Surge, come un esaurimento nervoso ti rende capace di tutto – Berlinale

Surge, film d’azione psicologico visto alla Berlinale sul declino di un giovane inglese che vuole sfuggire alla monotonia

Surge, proiettato nella sezione Panorama della Berlinale, è il film di un ragazzo che, per sfuggire alla monotonia, cadrà in un vero e proprio tracollo psicologico e sociale. Da questo declino però emergerà un lato oscuro nella personalità del protagonista Joseph, fino a trasformarlo in una persona completamente diversa. O forse, sarà solo la rivelazione del vero Joseph. Grazie al lavoro del regista Aneil Karia e all’ottima interpretazione di Ben Whishaw nei panni di Joseph, Surge risulta un film dinamico e coinvolgente capace di intrattenere.

La trama di Surge

Joseph lavora nella sicurezza di un aeroporto di Londra e si occupa in particolare delle perquisizioni ai metal detector. Vive in un continuo senso di solitudine ed ansia e soffre la monotonia del suo lavoro. Dopo una visita ai suoi genitori, si muove qualcosa dentro di lui e finisce per impazzire. Spinto dall’ansia e dalla fretta si ritroverà a rapinare una banca, solo per potersi procurare 5 sterline. L’adrenalina provata nel fuggire dalla polizia sarà solo la scintilla che accenderà la miccia. Da lì in poi infatti inizierà una fase di declino psicologico, che porterà alla luce un suo lato oscuro. Ma quanto più peggiore sarà la situazione, quanto più Joseph sarà sorridente e proverà volontariamente a spingersi sempre oltre.

La doppia spirale di Joseph in Surge

Dietro a quella che può sembrare una spirale discendente nella vita sociale di Joseph, si nasconde una spirale ascendente interna. Infatti, Joseph sarà sempre più determinato a inseguire la parte di lui che emerge quanto più gravi sono le conseguenze. Si vedrà quindi il cambiamento da un Joseph triste, solitario e annoiato a un Joseph sorridente ma grondante di sangue e inseguito dalla polizia. Nemmeno il confronto con i genitori avrà modo di farlo guarire: ormai la trasformazione di Joseph è completa.

Quando vedere Surge

Sabato 29 febbraio alle 22.00 allo Zoo Palast 1

Domenica 1 marzo alle 14.30 al Colosseum 1

Leggi anche: Dal Sundace alla Berlinale, che bello Never Rarely Sometimes Always

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: © Berlinale

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Leggi anche: Surge, come un esaurimento nervoso ti rende capace di tutto – Berlinale […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *