Germania, ministro del lavoro: “Che sia permanente il diritto di lavorare da casa, anche dopo la pandemia”

In Germania si discute il diritto di lavoro da casa ormai molto diffuso durante il Covid-19

Il Ministro del lavoro tedesco Hubertus Heil ha intenzione di introdurre una legge che regolarizzi il lavoro da casa. Dal momento che saranno in molti a continuare a lavorare da casa, anche dopo l’allentamento delle misure di sicurezza, è giusto tutelare i lavoratori. Si conta circa il 25 % della popolazione tedesca ad aver lavorato da casa durante l’epidemia. Proprio per contenere la diffusione del virus è molto probabile che saranno ancora in tanti a non recarsi sul luogo di lavoro. A quanto pare, però, il ministro vorrebbe introdurre un diritto che permetta ai dipendenti tedeschi stessi di decidere se lavorare da casa a tempo pieno. Ovviamente, bisogna valutare varie dinamiche, in primis se il lavoro permette lo svolgimento in altro loco. “Chiunque lo voglia e se il posto di lavoro permette, dovrebbe poter lavorare da casa – anche quando la pandemia del Covid-19 sarà finito”. Così conclude l’intervista al quotidiano tedesco. La proposta dovrebbe essere presentata in Parlamento nei prossimi mesi, probabilmente in autunno.

Cosa prevede la proposta di legge del Ministro del lavoro Hubertus Heil

“Si può passare a lavorare completamente da casa, oppure si può decidere di farlo una o due volte a settimana”. Il Ministro lascia libera scelta al lavoratore. Quest’ultimo sceglierà se recarsi in ufficio o meno, se a tempo pieno o solo per qualche giorno a settimana. Secondo il piano, i lavoratori che preferirebbero continuare a lavorare dall’ufficio sarebbero autorizzati a farlo.”Vogliamo permettere di lavorare di più da casa, ma non costringerli a farlo”, ha dichiarato il Ministro del lavoro. Interessante come una svolta sul diritto del lavoro nasca a seguito di una pandemia. Anche il vice cancelliere tedesco Olaf Scholz è concorde con Heil “Le ultime settimane hanno dimostrato quanto sia possibile lavorare da casa – questo è un risultato reale che non dobbiamo dimenticare”. Quest’ultimo ha dichiarato che il piano prevede delle garanzie per chi lavora da casa. Così come in ufficio, anche presso il proprio domicilio ci sono degli orari da rispettare.

Il vice cancelliere tedesco annuncia ancora più sostegno ai genitori che non possono lavorare

Heil ha annunciato che estenderà il pagamento continuato del salario ai genitori che non possono lavorare durante il Covid-19 a causa della mancanza di assistenza all’infanzia. Il governo sta pagando il 67% del salario, fino a un massimo di 2.016 euro per un periodo iniziale di sei settimane. Sono in tanti i genitori che devono restare a casa per badare ai loro figli sotto i 12 anni a causa della chiusura della scuola e dell’asilo. Tuttavia, Heil ha detto che questo periodo sarà prolungato oltre le sei settimane. Lo schema attuale scade a metà maggio. “I genitori devono avere la sicurezza – ecco perché stiamo creando un regolamento di follow-up”, ha concluso il ministro del lavoro Heil.

Leggi anche: Da italiani in Germania ci chiediamo: perché gli italiani sono trattati come immaturi e la quarantena è così diversa ?

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *