Germania, aiuti economici per fecondazione artificiale a coppie che non riescono ad avere figli

Dal 2020 anche in Baviera le coppie che non riescono ad avere figli potranno usufruire del sostegno finanziario governativo per la fecondazione assistita.

A partire dal 2020, in Baviera le coppie che non riescono, o non possono, avere figli potranno usufruire del sostegno finanziario governativo alla fecondazione assistita. Il programma federale esiste in Germania da quasi 7 anni, ma fino ad ora le famiglie bavaresi non hanno potuto beneficiarne. Questo perché la gestione del fondo federale è rimessa sul singolo Stato, che deve contribuire con 2,5 milioni di euro l’anno. Tutti i gruppi parlamentari dello stato bavarese hanno sostenuto la richiesta, dando inizio al programma con l’anno appena iniziato. Secondo le statistiche attuali, oltre sei milioni di tedeschi rimangono involontariamente senza figli. Per la Baviera, i parlamentari si aspettano che il sostegno fornisca ogni anno fino a 1.000 nascite in più.

Procedure e criteri dello Stato Bavarese.

Fino a questo momento in tutti gli Stati i criteri sono molto rigidi. Le coppie eterosessuali sposate possono beneficiare di un finanziamento completo. Le coppie eterosessuale non sposate avranno a disposizione un importo minore. Mentre alle coppie omosessuali e alle donne single non è consentito ricorrere alla fecondazione assistita. Per lo Stato della Baviera ancora non è chiaro quali parametri saranno adottati. Attualmente le assicurazioni sanitarie obbligatorie coprono almeno la metà del costo per le coppie sposate di una certa età. Lo Stato federale dovrebbe coprire il 25% delle spese rimanenti per un massimo di 4 tentativi. L’aiuto però sarà disponibile solo se anche il rispettivo Stato copre l’altro 25% delle spese. A seconda del metodo necessario, la fecondazione artificiale costa qualche migliaia di euro. Costo non sostenibile da tutte le famiglie, considerando che in pochi riescono al primo tentativo.

Uno sguardo alla situazione generale dei centri per la fertilità in Germania.

In tutta la Germania sono presenti oltre 130 centri per la fertilità. Si tratta di strutture di medie e grandi dimensioni. Da quanto riporta il registro tedesco della FIVET, nel 2000 il numero di trattamenti di questo genere erano quasi 62.000. Questo numero è più che raddoppiato nel giro di pochi anni. Nel 2017 i cicli di inseminazione artificiale sono stati 110.000. Sempre secondo lo studio, la procedura ICSI è stata quella più gettonata e ricopre circa il 75 % delle totali. ICSI è una tecnica di riproduzione assistita che permette di inseminare un ovulo attraverso la microiniezione di un unico spermatozoo. Una volta fecondato, l’ovulo diventa un pre-embrione e viene trasferito all’interno dell’utero per continuare il suo sviluppo. Il restante 25% riguarda le procedure FIVET, tecnica di procreazione assistita in cui la fecondazione dell’uovo avviene all’esterno del corpo della donna.

Leggi anche: 10 termini dialettali indispensabili se vi trovate in Baviera

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *