Da Berlino a Creta senza formulario compilato, 500 € di multa a due passeggeri

Multa salata per due turisti atterrati a Creta con un volo da Berlino: non hanno compilato un modulo previsto dal regolamento della Grecia sul coronavirus

Due passeggeri atterrati a Creta all’aeroporto di Heraklion con un volo da Berlino giovedì scorso, hanno dovuto pagare una multa ingente del valore di 500 euro. I due turisti, prima di intraprendere il viaggio, non hanno infatti compilato un modulo che permettesse di localizzarli mentre si trovavano in Grecia. I due viaggiatori hanno cercato inizialmente di giustificarsi dicendo che non erano stati informati sull’obbligo di compilare tale documento.

Vacanze in Grecia: ingresso solo con QR Code

Nonostante la pandemia di Coronavirus, la Grecia sta di nuovo permettendo ai turisti di entrare nel paese. Tuttavia ci sono regole che i vacanzieri devono rispettare. Dal 1° luglio i turisti hanno infatti dovuto adeguarsi a una complicata procedura d’ingresso. Per trascorrere una vacanza in Grecia, coloro che arrivano con l’aereo devono registrarsi elettronicamente 24 ore prima del loro arrivo. Se i vacanzieri non si sono registrati in anticipo per via elettronica sono passibili di pesanti multe. Tra i vari dati da compilare nel modulo, bisogna indicare il proprio luogo di partenza, la durata dei precedenti soggiorni in altri Paesi e l’indirizzo del loro soggiorno in Grecia. Successivamente il turista riceve un codice QR che deve mostrare all’ingresso. Un algoritmo esegue un calcolo randomico per sottoporre chi arriva al test sierologico. Non è possibile sapere in anticipo se si verrà sottoposti al test. Chi risulta positivo deve soggiornare per 14 giorni in alloggi isolati in alberghi appositamente allestiti per la situazione corona. Via terra i turisti possono recarsi in Grecia solo attraverso la Bulgaria, tramite il valico Kulata-Promachonas. Inoltre devono presentare un test negativo, che non deve essere più recente di 72 ore. Non potranno entrare nel Paese nel caso in cui il test risulti positivo.

Allentamento delle restrizioni in Grecia

La Grecia è uno dei paesi dell’UE con il minor numero di contagi da COVID-19. Le restrizioni iniziali hanno subito, a partire dalla fine del mese di aprile, un progressivo allentamento. Da inizio maggio i saloni di parrucchiere, i negozi di elettronica e le librerie hanno potuto riaprire. Vale lo stesso per i siti archeologici all’aperto come l’Acropoli di Atene così come le spiagge, le taverne e i bar. Dal 25 maggio i ristoranti hanno potuto riprendere le attività e sono ritornati accessibili anche i musei. Inoltre, dal 1° giugno è di nuovo possibile frequentare i cinema all’aperto. Sono consentiti anche i viaggi in tutte le parti del paese e verso l’isola di Creta, ed è stato riattivato il servizio di traghetti.

Leggi anche:Lüneburger Heide, la splendida landa ricoperta di fiori, tra i parchi più grandi e antichi tedeschi

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram  e  Twitter

Immagine di copertina: Pixabay 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *