Kit Kat Club ©Milos-1976 CC BY-SA 3.0https://en.wikipedia.org/wiki/KitKatClub#/media/File:Kitkatclub-mitte.jpg

Berlino, al KitKat test rapidi anti-Covid

Fra pochi giorni riaprirà il KitKat Club, ma, per il momento, l’unico indumento di latex concesso saranno i guanti dei medici e degli operatori sanitari

Con un annuncio pubblicato sulle sue pagine Facebook e Instagram ufficiali, il KitKat Club di Berlino, uno dei locali notturni più libertini della capitale, ha annunciato che riaprirà venerdì 4 dicembre ma, per il momento, non per ospitare party selvaggi. La direzione ha infatti scritto che offrirà gli spazi del club per effettuare tamponi rapidi, con la presenza, ovviamente, di medici e operatori sanitari. «Dato che al momento a Berlino è quasi impossibile ottenere un test rapido, offriamo la possibilità di fare il tampone nel nostro locale» hanno scritto i gestori del KitKat Club. La nuova ‘attività’ del locale in Köpenicker Straße prenderà il via venerdì fino a domenica. Dalla prossima settimana, invece, i test rapidi si potranno effettuare da mercoledì a domenica, dalle ore 10 alle 19.

Come effettuare il test rapido al KitKat Club

I test si potranno effettuare previa prenotazione online. Basta accedere al sito check4event (qui il link), compilare tutti i campi con i dati personali e scaricare il QR Code che verrà fornito al termine della registrazione. Basterà poi presentarsi al KitKat Club, solito ingresso sulla Ponteenstraße, nel giorno e nell’orario prestabilito esibendo il codice. Il test costerà 24,90 euro che possono essere pagati solo in loco ed esclusivamente con una carta di credito Visa o Mastercard. Dopo aver effettuato il tampone, il risultato verrà comunicato nel giro di 25 minuti. Nel caso il test non sia ritenuto valido, bisognerà ritornare per effettuarne un altro gratuitamente.

La capacità di reinventarsi dei club di Berlino costretti alla chiusura

Sicuramente i locali notturni berlinesi sono stati tra le attività più colpite a livello economico dall’emergenza sanitaria. È dal 14 marzo, infatti, che i club sono completamente chiusi e ancora non è dato sapere quando riapriranno, ma sicuramente non nel breve periodo. I locali sono comunque stati supportati da aiuti finanziari provenienti sia dal Governo federale che da quello locale. Alcuni di loro sono, però, riusciti a reinventarsi, proponendo eventi culturali o trasformandosi in locali diurni. Un esempio di questo cambio di veste è stato sicuramente il leggendario Berghain che, nei suoi spazi, in due mesi, è riuscito a organizzare due mostre d’arte contemporanea. Il Renate, invece, si era riconvertito in Biergarten, così come il Club der Visionäre.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Kit Kat Club ©Milos-1976 CC BY-SA 3.0

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *