Berlinale, ritirato il premio Alfred Bauer. Scoperto il suo passato nazista.

Novità per la Berlinale 2020

La 70° edizione del festival del cinema di Berlino è alle porte. Le proiezioni cominceranno il 20 febbraio 2020 e continueranno fino al 1 marzo 2020. Ad aprire le danze il film d’apertura My Salinger Year dello scrittore regista Philippe Falardeau, il ritiro dell’Orso alla carriera per l’attrice inglese Helen Mirren, Pinocchio di Matteo Garrone in rassegna nello Special Gala e il nuovo film Pixar che celebrerà il momento più pop di tutto il festival: Onward, oltre la magia. Con la scelta di quest’ultimo e la presenza di star degne di nota, la capitale tedesca sta cercando di allontanarsi da quel pubblico di nicchia che spesso ha affollato le sue poltrone e sta allargando i suoi orizzonti al grande pubblico.

Sospeso Orso d’Argento Alfred Bauer

Tutti i presenti al festival non vedranno consegnato il famoso premio Alfred Bauer, inaugurato nel 1987, così intitolato in memoria del primo direttore del festival che ha mantenuto la carica per 25 anni (1951 – 1976). Una scelta che scombussola la tradizione della Berlinale ma appaga l’opinione pubblica, completamente inferocita, a seguito dell’articolo pubblicato dalla testata tedesca Die Zeit. Nell’articolo si afferma l’appartenenza del cinefilo alla Sturmabteilung, primo gruppo paramilitare del Partito Nazista. Il famoso storico del cinema tedesco oltre ad indossare le camicie brune, sembra fosse anche uno dei membri del “Reichsfilmintendanz” istituito dal ministro della propaganda del Terzo Reich, Joseph Goebbels. L’ente a cui sembra aver aderito Alfred Bauer è stato istituito nel 1942 per controllare l’industria cinematografica. Die Zeit cita anche una valutazione su un verbale redatto per il partito in cui si elogiano le qualità di Bauer come membro del partito. Alla luce di quanto scoperto e pubblicato, la direzione del Festival ha deciso di sospendere ufficialmente la consegna del Premio Orso d’Argento Alfred Bauer con effetto immediato.

Chi era il primo direttore del Festival Internazionale del Cinema di Berlino

Alfred Bauer nasce a Würzburg nel 1911. Dopo aver conseguito un dottorato in diritto cinematografico ha cominciato ad occuparsi di cinema lavorando per l’UFA , una società di produzione cinematografica tedesca. Durante la seconda guerra mondiale ha popolato le fila dell’esercito tedesco e dopo il 1945 ha lavorato come consulente cinematografico per le autorità britanniche. Nel 1950 ha pubblicato Deutscher Spielfilm Almanach, una piccola raccolta dedicata alla produzioni del cinema tedesco a partire dal 1929.

Leggi anche: La Berlinale si apre con un attesissimo film su Salinger

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Pixabay

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Leggi anche: “Berlinale, ritirato il premio Alfred Bauer. Scoperto il suo passato nazista.“ […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *