Auschwitz si indigna per i contenuti Tik Tok a tema Olocausto

La nuova tendenza di Tik Tok ha indignato lo staff del museo e memoriale di Auschwitz-Birkenau

«Il trend nato sulla piattaforma Tik Tok in cui gli utenti impersonano delle vittime dell’Olocausto può essere dolorosa ed offensiva». Questo ha affermato il museo nel sito del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau in una propria dichiarazione.  In aggiunta, il museo sostiene che alcuni di quei video banalizzino la storia. La serie di video vede gli utenti impersonarsi in ebrei durante la seconda guerra mondiale. I giovani nelle clip raccontano come sono morti presentando falsi lividi e trucco scenico per simulare la fame.

I video

Le riprese raccolte sul social media Tik Tok, piattaforma fondata nel 2016 che permette la condivisione di video in tutto il mondo, mostrano gli utenti che interpretano degli ebrei durante la seconda guerra mondiale. I protagonisti raccontano il modo in cui sono stati “uccisi” e le loro esperienze. Per entrare nella parte gli iscritti al sito fanno uso di trucco per rappresentare sul loro corpo i lividi e i segni della fame. Sono stati utilizzati anche completi da recluso a strisce ed anche delle toppe a forma di stella gialla, che i nazisti usavano per contrassegnare gli ebrei dalle altre persone.

L’accusa del museo

Il museo e memoriale di Auschwitz e Birkenau, istituito nel 1947 per commemorare il milione di vittime sterminate, ha riconosciuto che alla base delle clip c’erano diverse motivazioni più o meno rispettose. Tuttavia, la realizzazione di tali video non aveva l’obbiettivo di commemorare nessuno ma di entrare a far parte di una tendenza, ha affermato con dolore il museo. Il memoriale ha chiesto maggiore educazione e discussione sul commemorare l’Olocausto. Inoltre, il museo ha concluso la propria riflessione asserendo che l’accuratezza fattuale ed il rispetto per le vittime sono fattori fondamentali per la commemorazione.

Leggi anche: Berlino vieta i cortei contro le restrizioni previsti per questo weekend

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *