Adlon, la travagliata storia dell’hotel più celebre di Berlino

Hotel Adlon, situato nel cuore di Berlino, è da sempre sinonimo di eleganza e accoglienza

Fondato nel 1907 da Lorenz Adlon, il rinomato hotel ha sempre affascinato i suoi ospiti. È situato in via Unter den Linden, nel cuore di Berlino-Mitte. Caratterizzato da camere e suite sfarzose e accoglienti, è considerato l’hotel più lussuoso della città. Difatti, molte sono le celebrità della politica e del mondo dello spettacolo che vi hanno soggiornato. L’hotel è fornito di quattro ristoranti, due dei quali con vista sulla porta di Brandeburgo. La piscina e la palestra, insieme all’Adlon Spa, rappresentano la quintessenza del benessere.

La drammatica storia dell’hotel

Il fabbricante di mobili originario di Magonza, Lorenz Adlon, fece costruire l’hotel per mezzo dell’architetto Carl Gause nel 1907. L’albergo acquisì grande popolarità presso le famiglie nobili, che furono disposte  a vendere le loro residenze invernali pur di soggiornarvi. In seguito, qui vennero prese importanti decisioni diplomatiche da parte delle autorità del Terzo Reich. Nel maggio 1945 i soldati dell’Armata Rossa si ubriacarono e diedero accidentalmente fuoco al seminterrato. L’incendio risparmiò solo un’ala dell’edificio che però fu demolita nel 1984. Solo dopo la riunificazione della Germania l’hotel riacquistò il suo antico splendore. L’inaugurazione del nuovo Hotel Adlon avvenne nel 1997.

Il ristorante

Con due stelle Michelin, il Lorenz Adlon Esszimmer si trova al centro della scena culinaria di Berlino. Il talentuoso chef Hendrik Otto è il responsabile della realizzazione di piatti unici e fantasiosi come il semifreddo al fegato d’oca, caffè e polenta affiancati ai classici dell’hotel, tra cui la sogliola bretone con crema di riccio di mare e tartufi del Périgord. Inoltre, le finestre che si affacciano sulla porta di Brandeburgo creano un’atmosfera suggestiva e affascinante.

Leggi anche: L’ipocrisia italiana e i veri aiuti che Berlino ha dato ai club, senza però riaprirli

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *