13enne assassinato al parco vicino Alexanderplatz, omicida in fuga

Il ragazzino è stato vittima di un accoltellamento durante una colluttazione con un 45nne

Sabato sera un ragazzo di 13 anni di origini siriane è stato accoltellato in seguito ad un’accesa lite con un uomo di circa 45 anni non ancora identificato. L’incidente è avvenuto in un tunnel pedonale tra James-Simon-Park e Monbijoupark, nel quartiere di Mitte. Erano presenti anche 6 amici della vittima, di cui anche un 22enne che è stato ferito gravemente al collo e trasportato con la massima urgenza all’ospedale. Inutili i tentativi dei soccorsi di rianimare il ragazzo, che è deceduto sul luogo del delitto. La salma è stata portata domenica mattina nel reparto di medicina legale per eseguire l’autopsia.

Il killer è ancora in fuga, la polizia cerca testimoni

Resta da identificare l’aggressore, che si è dato alla fuga prima dell’arrivo della polizia. Secondo le testimonianze dei presenti, si tratta di un uomo di circa 45 anni, con capelli radi e una barba folta brizzolata. Portava una giacca verde scura, pantaloni scuri e anche uno zaino. Alcuni testimoni avrebbero lo avrebbero poi avvistato sulla S-Bahn in direzione Hackescher Markt. Al momento la polizia è ancora alla ricerca dell’omicida, chiede pertanto a chiunque abbia assistito alla scena di rivolgersi alle autorità per aiutare le indagini.

Chiamare il seguente numero: (030) 4664-911777
Pagina web per inviare indizi o testimonianze: qui

“Ho visto il suo sangue che schizzava”, parla un testimone oculare

Un testimone, che preferisce rimanere anonimo, ha oggi contattato la polizia. La sera del delitto si trovava al parco con i suoi amici, quando all’improvviso ha sentito delle urla provenienti dal tunnel che unisce James-Simon-Park e Monbijoupark. E’ corso subito nel tunnel, dove un uomo dai 30 ai 45 anni aveva appena colpito la vittima 13nne con due coltellate in pieno stomaco. Gli amici della vittima hanno chiamato l’ambulanza e la polizia, mentre l’omicida si stava già allontanando dal tunnel. Uno degli amici, 22 anni, ha provato a bloccarne la fuga, ma l’uomo è riuscito a ferirlo gravemente alla spalla. “Ho visto il suo sangue che schizzava“, ha affermato il testimone.
L’aggressore si è diretto con calma verso Hackescher Markt, senza correre. I presenti hanno tentato di seguirlo, ma avevano troppa paura di essere attaccati a loro volta e sono rimasti con le due vittime fino all’arrivo dei soccorsi. Purtroppo per il ragazzino di 13 anni non c’è stato nulla da fare. Il testimone era presente al momento della sua morte.

Un altro accoltellamento è avvenuto la stessa sera a Moabit

La stessa sera dell’omicidio del 13nne, una persona è stata accoltellata dopo un violento litigio in un condominio sulla Bredowstraße, nel quartiere di Moabit. La vittima è riuscita a fuggire in strada, ha zoppicato per circa 50 metri prima di collassare in strada, lasciando dietro di sé una lunga striscia di sangue. Fortunatamente i soccorsi sono arrivati in tempo e la sua condizione è adesso stabile. Ancora da chiarire sono i motivi dell’aggressione.

Leggi anche Tetto sugli affitti di Berlino: altri 340mila appartamenti presto più economici

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: da pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *