Polizia scopre mega truffa sulle mascherine ai danni della Germania del valore di 15 milioni di €

Coronavirus: Germania vittima di una massiccia truffa nell’acquisto di mascherine

A causa della pandemia di COVID-19, i paesi di tutto il mondo stanno affrontando una quantità non sufficiente di attrezzature protettive. Di fronte alle carenze dovute all’epidemia di COVID-19, le autorità sanitarie tedesche nel mese di marzo hanno tentato di acquistare mascherine facciali all’ingrosso online. Hanno subito una truffa molto pesante pagando quasi 15 milioni di euro per maschere che non esistevano. Gli acquirenti tedeschi hanno contattato un sito web per un’azienda in Spagna, che ha dichiarato di avere 10 milioni di maschere in magazzino. La pagina internet era in realtà una versione clonata del sito dell’azienda spagnola vera e propria. Le indagini hanno coinvolto ben cinque Paesi: Germania, Spagna, Paesi Bassi, Irlanda e Regno Unito. Al momento almeno due persone sono in stato di fermo nei Paesi Bassi.

Le autorità tedesche “ingannate” dai truffatori

Quando la società non è riuscita ad effettuare la consegna delle mascherine, ha suggerito agli acquirenti tedeschi di rivolgersi a un rivenditore di fiducia in Irlanda. A sua volta l’azienda irlandese ha messo in contatto la Germania con un’altra società nei Paesi Bassi. Quest’ultima ha dichiarato di poter fornire 1,5 milioni e mezzo di maschere, ma ha chiesto agli acquirenti tedeschi un pagamento anticipato. Poco prima della consegna, il presunto fornitore olandese ha detto che il primo versamento non era stato effettuato. Perciò ha sollecitato gli acquirenti tedeschi a pagare un trasferimento di emergenza di 880.000 euro per garantire che le maschere arrivassero a destinazione in Germania. Tuttavia le maschere non hanno mai raggiunto il paese tedesco, in quanto i truffatori hanno clonato il sito web della società olandese.

Parte del denaro era destinato ad un conto in Nigeria

Quando gli acquirenti si sono accorti della truffa hanno contattato subito la loro banca in Germania. La polizia e le autorità finanziarie di tutta Europa hanno lavorato rapidamente per congelare i fondi e seguire la pista del denaro. Le autorità irlandesi sono state in grado di rintracciare il pagamento iniziale di 1,5 milioni di euro, mentre la polizia olandese è riuscita ad individuare rapidamente gli 880.000 euro prima che venissero trasferiti più lontano. Secondo quanto dichiarato da Europol, quasi 500.000 euro di quei fondi erano già stati inviati nel Regno Unito, tutti destinati a un conto in Nigeria.

Leggi anche: Ministro degli esteri tedesco si scusa per aggressione a francesi sul confine

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *