vaccine-5926664_1920.jpg, https://pixabay.com/it/photos/vaccino-vaccinazione-covid-19-5926664/, Cc0, torstensimon

Il sindaco di Berlino si vaccina con Astrazeneca (mentre molti dei suoi concittadini lo rifiutano)

Il sindaco di Berlino, Michael Müller, ha spezzato una lancia a favore di AstraZeneca, su cui diverse persone in Germania hanno delle riserve

La strategia di vaccinazione del Governo federale ha recentemente incontrato alcune difficoltà. Infatti, il vaccino del produttore britannico-svedese AstraZeneca risulta meno efficace di quello di Biontech-Pfizer e Moderna. La sua efficacia si aggira intorno al 70 – 80%, percentuale ritenuta buona dagli esperti. La Commissione permanente per la vaccinazione in Germania (Stiko) aveva inizialmente raccomandato il vaccino solo a persone di età compresa tra 18 e 64 anni. Al contrario, l’Agenzia europea per i medicinali (EMA), vista la mancanza i dati che comprovassero effetti indesiderati sulle persone anziane, aveva dato il via libera al vaccino per tutte le età. Tuttavia, secondo l’Istituto Paul Ehrlich, il principale ente regolatorio tedesco, quasi un quarto delle persone che hanno ricevuto l’iniezione di AstraZeneca ha manifestato sintomi simil-influenzali. Tutto ciò ha contribuito ad alimentare una percezione negativa del vaccino AstraZeneca, avvertito come inutile rispetto ad altri vaccini o addirittura poco sicuro.

Le dosi inutilizzate del vaccino

Il sindaco di Berlino, Michael Müller, ha spezzato una lancia a favore del vaccino AstraZeneca: “Vorrei immediatamente vaccinarmi con AstraZeneca”. “Ho fiducia nella scienza e nella medicina”, ha aggiunto Müller. L’obiettivo del sindaco è di impedire che le dosi di AstraZeneca rimangano inutilizzate nella capitale: “Coloro che non vogliono il vaccino hanno per sprecato la loro possibilità di vaccinarsi per il momento”. Attualmente è in corso l’esame di quali gruppi potrebbero essere vaccinati con AstraZeneca. Tra questi, Müller ha proposto le categorie di insegnanti, educatori, polizia e vigili del fuoco. Sono ipotizzabili anche vaccinazioni per i commercianti al dettaglio e per i dipendenti del trasporto locale, gruppi professionali che contano centinaia di contagi ogni giorno.

Le vaccinazioni vanno a rilento

La Germania conta una percentuale di vaccinati che si aggira attorno al 6%. Questo dato risulta molto basso rispetto a quello di altri paesi europei. La Gran Bretagna, ad esempio, ha vaccinato più del 26% della sua popolazione grazie anche al massiccio utilizzo delle dosi di AstraZeneca. Lo scetticismo generale e l’immagine negativa di questo vaccino rischiano di far arenare l’intero programma di vaccinazione tedesca. Come ha riportato il Times, su 1,5 milioni di dosi consegnate dalla casa farmaceutica anglo-svedese, appena 150mila sono state inoculate.

Immagine di copertina: da Pixabay

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *