10 luoghi UNESCO in Germania da visitare assolutamente

La lista dei 10 luoghi nominati patrimonio dell’UNESCO in Germania da vedere almeno una volta nella vita

Castelli, teatri, cattedrali, parchi, palazzi, giardini, cittadine: il territorio tedesco ha tantissimo da offrire. La Germania conta infatti ben 46 siti del patrimonio mondiale dell’UNESCO e, grazie alle sue meravigliose località, è uno dei Paesi con la maggiore densità di tesori naturali e culturali. Numerose sono le bellezze artistiche e naturali offerte dall’affascinante terra tedesca e in questo articolo scopriremo alcuni dei luoghi più suggestivi e imperdibili da visitare.

1. Valle superiore del medio Reno

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Germany Tourism (@germanytourism)

Situata a sud-ovest della Germania, nella Renania-Palatinato, la valle si estende per 65 km. Lungo quest’area il Reno è costeggiato da incredibili castelli, fortezze, vigneti e una sessantina di piccole città. Uno scenario assolutamente suggestivo, che ha ispirato molti artisti per secoli. L’area, infatti, è stata culla e fonte di vocazione del Romanticismo, tanto che molti scrittori, compositori e pittori si sono lasciati incantare dal fascino di questi luoghi per realizzare le proprie opere. Il Medio Reno era il cuore del Sacro Romano Impero medievale e l’intero corso d’acqua è stato un importante collegamento tra il nord e il sud dell’Europa per migliaia di anni, garantendo uno scambio di cultura e un flusso di commercio molto importanti. Questo ha contribuito alla costruzione di piccole città e imponenti fortezze lungo il fiume, che ancora oggi suscitano meraviglia negli occhi di chi guarda.

2. Città anseatica di Lubecca

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Hansestadt Lübeck (@visitluebeck)

La bellissima città di Lubecca si trova all’estremo nord della Germania, nello Stato di Schleswig-Holstein, a circa un’ora da Amburgo. Fondata nel 1143, fu la prima città occidentale sul Baltico e fu eletta Capitale della Lega Anseatica, l’associazione di città mercantili nel Mar Baltico e nel Mare del Nord. È stata a lungo un’importante metropoli commerciale, titolo conservato con fierezza tanto che, ancora oggi, resta un movimentato centro per il commercio marittimo con i Paesi nordici. Il centro storico mostra diversi esempi dello stile architettonico conosciuto come gotico baltico. Tra i monumenti appartenenti a questa corrente si trovano la torre dell’Holstentor, sede del Museo Storico Municipale, e importanti edifici religiosi come la Marienkirche. Il tutto è racchiuso in una cornice di bellezze naturalistiche che rendono la città ancora più fiabesca.

3. Castelli di Augustusburg e Falkenlust a Brühl

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Palace Living (@palace_living)

Entrambi gli edifici risiedono nella piccola città di Brühl, situata nella Nord Reno-Westfalia, a 20 km da Colonia. Il castello di Augustusburg nasce come sontuosa residenza dei principi-arcivescovi di Colonia, mentre quello di Falkenlust è stato edificato per essere un padiglione di caccia. Questi rappresentano i primi e migliori esempi di architettura rococò del XVIII secolo in Germania. Il primo ha per base le fondamenta di un castello medievale, differentemente dal secondo che è stato costruito da zero. Nel 1984 anche gli eleganti giardini barocchi che circondano le due strutture architettoniche sono entrare a far parte della lista dei patrimoni dell’UNESCO.

4. Monumenti romani, la cattedrale e la chiesa di Nostra Signora di Treviri

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Loïc Lagarde (@loic.lagarde)

A una decina di chilometri dal confine con il Lussemburgo, nel Land Renania-Palatinato, si trova la meravigliosa Treviri, città più antica della Germania. Fu fondata dai romani ufficialmente nel 16 a.C. e fu poi chiamata Augusta Treverorum. La città è ricca di testimonianze dell’epoca romana e questo le ha fatto guadagnare l’appellativo di “seconda Roma”. I monumenti che ritraggono la storia di Treviri sono tanti e ben conservati, tra questi: la Porta Nigra, l’anfiteatro, l’imponente duomo, i palazzi rinascimentali e le case in stile barocco. Degne di nota sono inoltre le Terme Imperiali, le più grandi dell’Impero Romano dopo quelle di Diocleziano e di Caracalla a Roma, e la casa natale di Karl Marx, il famoso filosofo tedesco.

5. Municipio e la statua di Roland a Brema

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Loïc Lagarde (@loic.lagarde)

Brema è un’elegante città tedesca attraversata dal fiume Weser, situata a una decina di chilometri dal Mare del Nord. Si trova nell’omonimo Land nonché il più piccolo dei sedici presenti in Germania. Tra le attrazioni più note c’è sicuramente la Piazza del Mercato, o Marktplatz, il cui protagonista indiscusso è il magnifico municipio. Costruito in stile gotico all’inizio del XV secolo, nel XVII è stata aggiunta una facciata in stile “Weser Renaissance”. Nella stessa piazza è possibile ammirare anche la gigantesca statua di Rolando, alta 5,5 metri e risalente all’anno 1404. Simbolo di libertà, giustizia, ed indipendenza del Land di Brema, è considerato un monumento rappresentativo per i cittadini della città.

6. Fabbrica Fagus ad Alfeld

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Loïc Lagarde (@loic.lagarde)

Quella di Alfeld è una piccola città situata nel nord-ovest della Germania, più precisamente nella Bassa Sassonia, a 50 km da Hannover che ne è la capitale. È nota soprattutto per la fabbrica di scarpe Fagus, che a primo impatto dà un’impressione decisamente moderna grazie all’insieme di edifici con facciate in vetro ed acciaio. Tuttavia, la struttura ha una vita piuttosto lunga e risale al 1911. Considerata una delle prime costruzioni moderne, il suo fondatore non è altro che Walter Gropius, padre del movimento artistico conosciuto come “Bauhaus”. L’estetica funzionalista fa da padrona e lo stile rappresenta senza dubbio una rottura con le tendenze architettoniche di un tempo. Se vi state chiedendo cosa ne è stato dell’attività in fabbrica, sappiate che questa è ancora tutt’oggi in funzione.

7. Westwork carolingio e civitas di Corvey

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Loïc Lagarde (@loic.lagarde)

Addentrandosi nella parte occidentale della Germania, Höxter permette di riscoprire la bellezza e il fascino dell’età carolingia. In un ambiente rurale, nella periferia della città, è possibile ammirare l’ex abbazia benedettina di Corvey. Qui si possono scorgere il Westwork e la civitas, costruiti entrambi tra l’822 e l’885 d.C., “Westwork” è il nome attribuito a un certo tipo di facciata delle chiese in stile romanico ed è l’unica struttura risalente all’epoca carolingia. L’intera abbazia imperiale originaria è conservata, invece, sotto forma di resti archeologici. Vale assolutamente la pena visitare questo incantevole luogo almeno una volta nella vita.

8. Regno giardino di Dessau-Wörlitz

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da seifeddine (@traveldiscoverdreams)

Dirigendosi verso la Germania centrale, nella Sassonia-Anhalt, si va incontro al magnifico Regno giardino di Dessau-Wörlitz che è uno dei primi e più grandi giardini all’inglese costruiti in Germania e in tutta l’Europa continentale. Si adagia su sontuosi paesaggi fluviali dell’Elba e del Mulde (suo affluente) motivo per cui il parco è ricco di acqua e biodiversità. Nel XVII secolo, in seguito al matrimonio fra un principe locale ed una principessa dei Paesi Bassi, fu chiamato un gruppo di ingegneri ed architetti olandesi per costruire un giardino e una città nei pressi dell’odierna cittadina di Oranienbaum. Da qui ebbe origine il Regno che oggi ospita più di 100 edifici di tutte le dimensioni inclusi castelli, parchi ed altri giardini all’inglese, tutti disposti su 140 km². Tra gli edifici più rinomati è presente l’elegante Schloss Wörlitz, prima struttura neoclassica nella storia dell’architettura tedesca.

9. Cattedrale di Naumburg

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alles Deutschland (@alles_deutschland)

Situata anch’essa nel centro della Germania, nel Land Sassonia-Anhalt, Naumburg ospita la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo. La struttura rappresenta un magnifico esempio di patrimonio medievale dal punto di vista architettonico ed artistico. Il bellissimo duomo gotico è stato costruito fra il 1213 ed il 1250 circa e del complesso fanno parte anche il chiostro, un bellissimo giardino e gli edifici della curia. Molto rinomate sono le dodici statue a grandezza naturale raffiguranti le personalità che effettuarono donazioni per la costruzione dell’imponente monumento. Ma non è finita qui. Infatti, la sua bellezza artistica si manifesta anche attraverso le bellissime vetrate dipinte e decorate che rendono la struttura ancora più incantevole. Con la riforma in Germania la cattedrale passò poi alla chiesa evangelica.

10. Castelli e parchi di Potsdam e Berlino

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Loïc Lagarde (@loic.lagarde)

La città di Potsdam e quella di Berlino sono separate da circa 30 km. Insieme riuniscono una moltitudine di parchi e castelli che l’UNESCO ha deciso di riconoscere patrimonio mondiale dell’umanità dal 1990. Potsdam conta da sola circa 150 edifici diversi, costruiti tra il 1730 e il 1916. Tra i più belli e famosi si ricorda naturalmente il castello di Sans-Souci, costruito in stile rococò. Residenza estiva di Federico il Grande, per la sua sfarzosità viene spesso soprannominata la “Versailles prussiana”. Persino Voltaire vi soggiornò per qualche anno tra il 1745 e il 1757 circa. Il castello si affaccia su un vigneto costeggiato da scale, il tutto è parte integrante dell’omonimo parco Sans-Souci. Al suo interno si possono ammirare anche molti altri edifici come il Palazzo Nuovo e il Palazzo Charlottenhof. Spostandosi di qualche chilometro da Potsdam si arriva nella zona di Berlino-Zehlendorf, dove castelli e parchi decorano le rive del fiume Havel e del lago Glienicke, meraviglie assolutamente degne di nota.

Leggi anche: https://berlinomagazine.com/6-patrimoni-unesco-da-non-perdere-in-germania-3-sono-a-berlino/

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: © Ansgar ScheffoldUnsplash / CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *