Germania, probabile l’obbligo di FFP2 su tutto il territorio

Dopo la Baviera, è sempre più probabile l’allargamento dell’obbligo di uso di mascherina FFP2 in tutta la Germania

Domani 19 gennaio il governo presieduto da Angela Merkel e tutti i governatori tedeschi si riuniranno per discutere dell’attuale situazione dei contagi e probabilmente introdurre nuove restrizioni. Tra queste sia la stampa nazionale che nostre fonti riservate e vicine al comitato scientifico Leopoldina (consulente della cancelliera) confermano l’altamente probabile estensione di obbligo di mascherine FFP2 (quelle delle foto) a tutto il territorio tedesco.

In sintesi: in tutti i luoghi in cui al momento è necessaria una mascherina qualsiasi (e cioè i mezzi pubblici e qualsiasi negozio/supermercato rimasto aperto) ora sarà obbligatoria una mascherina FFP2. La norma è già attiva in Baviera ed è discussa dalla Deutsche Bahn (le ferrovie tedesche).

Le altre possibili restrizioni di cui si parla

Al momento non si parla di estendere l’obbligo anche all’aria aperta. A tal proposito ogni stato decide autonomamente, a Berlino ad esempio la si deve portare in una specifica lista di luoghi potenzialmente affollati. Non è neanche chiaro se ci sarà la possibilità, per alcune categorie di persone, di ricevere le mascherine FFP2 gratuitamente.

Il costo delle mascherine FFP2 in farmacia parte al momento da circa 2 €, mentre online si trovano anche a poco più di un euro se comprate in pacchi da 10 o più.

La decisione finale avverrà assieme al già pre-annunciato, ma non sicuro, allungamento delle attuali restrizioni fino a Pasquetta (5 aprile). Nella riunione si parlerà anche della possibile riapertura parziale delle scuole.

La situazione contagi in Germania

La riunione del governo con i ministri federali era inizialmente prevista il 25 gennaio. L’anticipo di circa una settimana si è reso obbligatorio dal mancato calo sostanziale dei contagi nonostante l’estrema durezza delle misure in atto dal 22 dicembre scorso (tutti i negozi chiusi tranne librerie e supermercati) sempre tenendo a mente che la ristorazione ha chiuso i locali e resa disponibile solo per l’asporto ancora prima, il 1 novembre.

Al momento la Germania ha una media (calcolata su 7 giorni) di circa 17mila nuovi contagi giornalieri e e 850 decessi. Le due curve sono in calo dopo i rispettivi picchi del periodo pre-natalizio e della settimana scorsa, ma la speranza del governo era che le restrizioni in atto potessero funzionare in maniera più radicale. L’alta contagiosità è al momento spiegata soprattutto con la diffusione delle cosiddette varianti inglesi e sudafricane su tutto il territorio, molto più facili da contrarre rispetto al passato.

 

LEGGI ANCHE:Uno studio tedesco spiega quando e come si può riusare la FFP2

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Photo: © CC0 Pixabay 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *