A Berlino si parla di vietare le auto da tutto il centro. E la proposta, se non ora, ha buone possibilità di essere accettata in futuro

La proposta dei Verdi, attualmente nella coalizione del governo della città, per rendere il centro di Berlino a misura di pedone

Regine Günther, responsabile per i problemi legati al traffico del partito dei Verdi,  ha presentato a fine gennaio un disegno di legge per eliminare le auto con motore a combustione nella zona interna al ring della S-Bahn a Berlino. La proposta è di eliminare le auto con motore a benzina e gasolio a partire dal 2030. Il disegno di legge ha ricevuto critiche da parte di varie fazioni politiche, ma la sua proposta rimane sul tavolo anche perché non solo i Verdi, assieme alla Linke e soprattutto all’SPD (socialdemocratici) sostengono l’attuale sindaco Michael Müller, ma molti sondaggi li danno come primo partito alle prossime elezioni comunali del 2021.

Eliminare le auto per combattere il cambiamento climatico

La senatrice del traffico verde Regine Günther ha recentemente presentato un disegno di legge per eliminare le auto con motore a combustione a Berlino a partire dal 2030. Questo è il risultato della lotta ai cambiamenti climatici. L’area interessata è quella interna al Ring della S-Bahn e i motori da eliminare sono sia quelli a gasolio che quelli a benzina. Inoltre ha proposto di eliminare definitivamente qualsiasi tipo di automobile a partire dal 2035. La presentazione del senatore del traffico fa parte di un piano su come Berlino potrebbe diventare al più presto neutrale dal punto di vista climatico. Entro il 2050 le emissioni di CO2, dovranno essere ridotte dell’85% rispetto ai livelli del 1990. Günther propone alternative come la bicicletta o l’uso del trasporto pubblico locale, il quale dovrebbe essere rafforzato.  Tuttavia, esiste attualmente un enorme problema con la ristrutturazione delle infrastrutture ciclistiche e l’espansione delle capacità di trasporto pubblico. Per finanziare meglio l’espansione del trasporto pubblico, propone un pedaggio urbano o una tassa sul trasporto locale. La gestione dei parcheggi deve essere ampliata e le tariffe per i residenti devono essere aumentate.

Critiche e ulteriori proposte

Volker Krane della direzione dei trasporti dell’ADAC Berlino-Brandeburgo ha criticato il disegno di legge «Con questa richiesta esagerata, Regine Günther sta sconvolgendo sia gli automobilisti berlinesi che centinaia di migliaia di pendolari. Perché non solo i circa 1,2 milioni di automobilisti dei residenti della capitale sarebbero interessate dalla misura, ma anche una parte considerevole degli oltre 330.000 pendolari che lavorano a Berlino». Jörg Stroedter, vice capo della SPD di Berlino, non trova realistici gli obiettivi del senatore ambientale Guenther. Parlando a nome di Die Linke (Sinistra), Kristian Ronneburg, membro del Comitato dei Trasporti, ha commentato i piani della senatrice. Ronneburg ha dichiarato il suo sostegno all’obiettivo del Senato di spingere il traffico individuale motorizzato fuori dal centro della città. Oltre al traffico, la senatrice verde ha altre proposte per migliorare la qualità dell’aria come il divieto di installazione di nuovi impianti di riscaldamento a gasolio negli edifici a partire dalla fine del 2021 e l’energia solare obbligatoria per i nuovi edifici.

Leggi anche: “I verdi vogliono le auto fuori da Berlino in tutti i sensi”

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Picture: screenshot from youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *