Coronavirus, Lufthansa cancella tutti i voli da/per la Cina. E la Germania fa evacuare i suoi cittadini.

Voli sospesi fino alla fine di febbraio

Lufthansa e le sue filiali Swiss e Austrian Airlines cancellano i voli da e verso la Cina, a seguito dei primi casi di Coronavirus in Germania. I cittadini tedeschi presenti nella regione intorno alla megalopoli di Wuhan verrano evacuati nel fine settimana. Confermati alcuni casi in Baviera e due casi in Italia.

Cittadini tedeschi evacuati dall’area intorno a Wuhan

Lufthansa ha recentemente dichiarato di aver cancellato tutti i voli da e verso la Cina su Twitter. In una prima comunicazione ha dichiarato fino al 9 febbraio, dopodiché ha pubblicato un altro tweet in cui hanno spostato la data fino alla fine di febbraio. Lufthansa, con le sue filiali Swiss e Austrian Airlines è la seconda compagnia aerea europea dopo British Airways a interrompere tutti i voli da e per la Cina. Più di 120 cittadini tedeschi erano presenti nella regione intorno alla megalopoli di Wuhan. Il comitato di crisi del Ministero degli Esteri ha deciso lo scorso lunedì di far evacuare i cittadini tedeschi da quest’area e di farli riportare in Germania, secondo quanto dichiara un portavoce del Ministero. Il Der Spiegel riporta la notizia che l’operazione è avvenuta questo sabato. L’aviazione militare si è occupata dell’operazione. I cittadini sono partiti dalla provincia di Hubei e l’aereo militare è atterrato all’aeroporto di Francoforte sul Meno. Dopodiché sono stati messi messi in quarantena per un periodo di 14 giorni. Al momento i cittadini tedeschi sul suolo cinese risultano non avere contratto il Coronavirus.

Il punto sulla situazione in Germania e in Italia

In Germania attualmente ci sono 6 casi confermati in Baviera, è stato confermato il caso di un bambino infettato dal padre, che a sua volta ha contratto il virus. Nel fine settimana si sono verificati altri due casi. In Italia si sono verificati i primi due casi nella zona di Colosseo, dove due turisti cinesi provenienti da Wuhan hanno alloggiato in un hotel. I turisti sono stati poi messi in quarantena. Successivamente all’ospedale Spallanzani di Roma tre medici sono riusciti ad isolare il virus. Negati invece i casi di Berlino.

Leggi anche: “Un caso a Berlino mostra quanto il controllo documenti agli aeroporti sia superficiale

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Picture: screenshot from Youtube

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *