Germania, migliaia di operai si tagliano le ore per salvare il lavoro di tutti

Migliaia di dipendenti Daimler hanno accettato di tagliare le loro ore per salvare posti di lavoro

Il produttore di Mercedes-Benz era già alle prese con una costoso piano di innovazione che prevedeva il taglio di posti di lavoro, ancora prima che la pandemia facesse crollare le vendite di automobili. Daimler, la società madre di Mercedes-Benz, ha spiegato in una dichiarazione di aver raggiunto un accordo con i sindacati tedeschi. I dipendenti amministrativi e il personale in altre aree non convenienti come la logistica hanno deciso volontariamente di lavorare due ore in meno alla settimana e avere una riduzione dello stipendio per salvare diversi posti di lavoro.

L’azienda impiega centinaia di migliaia di persone e fino al 2029 dovrà proteggere i lavoratori

Daimler ammette che l’industria automobilistica è attualmente in un periodo di “grande trasformazione”. Coprendo i vari marchi di Mercedes-Benz e Daimler, l’azienda ha attualmente quasi 300.000 impiegati in tutto il mondo. La riduzione del numero dei dipendenti farò risparmiare a Daimler 1,4 miliardi di euro entro la fine del 2022, che è importante dato che l’azienda ha visto una riduzione dei profitti nel corso del 2018 e 2020. Attualmente, Daimler ha un impegno con i sindacati per proteggere i posti di lavoro in Germania almeno fino al 2029.

L’impatto del Coronavirus sul piano dell’azienda

Daimler annunciò nel 2019 che almeno 10.000 posti di lavoro sarebbero stati eliminati come parte degli sforzi del gruppo per ridurre le spese entro il 2022, principalmente attraverso licenziamenti volontari e piani di prepensionamento. Tuttavia, i media tedeschi hanno riferito che il numero potrebbe salire fino a 20.000 a causa del Coronavirus che ha interrotto le linee di produzione e mantenuto concessionarie chiuse. Infatti, la compagnia nel secondo trimestre del 2020, ha registrato una perdita di quasi due miliardi di euro. Anche se le vendite hanno cominciato a riprendersi con l’allentamento delle misure, l’amministratore delegato di Draimler ha avvertito che “i prossimi mesi e anni saranno una sfida”.

Leggi anche: Germania Paese leader più ammirato al mondo per il terzo anno consecutivo

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *