Germania, a causa della pandemia aumentati i crimini informatici

La polizia tedesca ha documentato un aumento della criminalità informatica dell’8% nel 2020, dovuto principalmente alla pandemia.

L’ufficio federale di polizia criminale tedesco (BKA) ha rilevato un aumento significativo del numero di attacchi informatici, incrementati nel 2020 del 7,9% rispetto al 2019 e più del doppio rispetto al 2015. In particolare, i crimini maggiormente in crescita sono quelli relativi alla manipolazione e furto di dati da computer personali, di imprese e di istituzioni pubbliche.

Il ruolo della pandemia

Il Rapporto della BKA ha rilevato un forte aumento degli attacchi ad aziende e istituzioni legate alla lotta contro la pandemia. Le principali sono state le aziende farmaceutiche e piattaforme di vaccinazione, nonché l’intera catena di fornitura e consegna dei vaccini. La polizia ha anche registrato tentativi di vendita di vaccini falsi contro il coronavirus sul darkweb. Le opportunità di commettere tali crimini sono aumentate poiché sempre più persone sono state costrette a lavorare o studiare da casa.

Cosa sono gli attacchi informatici?

Il BKA definisce gli attacchi informatici come “crimini diretti ai sistemi informatici, a internet o ai dati contenuti in tali sistemi”. Questi vanno dal classico furto di identità agli attacchi mirati a bloccare i sistemi. Ne è un esempio il cosiddetto attacco ransomware, in cui sistemi aziendali o governativi sono infettati da virus noti come malware. In questo caso i criminali cifrano i dati del sistema e chiedono in cambio denaro per renderli nuovamente accessibili.

Perché questi crimini stanno aumentando?

Il BKA ha indicato tre principali ragioni: più opportunità attraverso l’aumento della digitalizzazione, più professionalità tecnica da parte dei criminali e maggiore accesso ai malware rispetto al passato. Considerando che non tutti i crimini vengono segnalati, il loro numero è probabilmente molto più alto. Fermo restando che gli attacchi alle infrastrutture sono i più gravi e pericolosi, il classico furto di identità è in voga tra i criminali. Le cosiddette phishing email, con le quali i pirati informatici si appropriano dei dati personali degli utenti, sono altrettanto comuni. In questi casi l’insicurezza e la scarsa capacità degli utenti di individuare i tentativi di furto di dati personali ha reso più semplice il lavoro dei truffatori.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *