Le notizie della settimana di Berlino e della Germania in breve (2-7 gennaio 2022)

Dalla cronaca, con le nuove restrizioni che sono entranno in vigore da metà gennaio in tutta la Germania, alla guida per visitare le migliori mostre a Berlino e la lista dei migliori eventi che si terranno nel 2022 nella capitale tedesca. Le notizie della settimana più importanti pubblicate da Berlino Magazine

LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: CRONACA DA BERLINO E DALLA GERMANIA

Germania, dal 1 gennaio 2022 l’Italia considerata “area ad alto rischio”. Cambiano anche le regole di ingresso

Il Governo federale e il Robert Koch Institut hanno comunicato, giovedì 30 dicembre, che l’Italia sarà considerata “area ad alto rischio” (Hochrisikogebiet) a partire dal 1 gennaio. La decisione del Governo tedesco arriva dopo la drammatica impennata dei contagi che ha travolto il nostro Paese. Dal 1 gennaio , conseguentemente, cambieranno anche alcune regole per tutti i nostri connazionali che rientreranno in Germania. Insieme all’Italia entreranno nella lista delle nuove “aree ad alto rischio” anche Canada, Malta e San Marino. In sintesi: se si è in possesso di un Covidpass (Greenpass) valido, bisogna registrarsi prima di partire sul portale dell’Einreiseanmeldung e basta, nessuna quarantena o tampone.

A questo link l’articolo completo

Germania, le nuove restrizioni da metà gennaio 2022. Quarantena accorciata e regole più pesanti per la ristorazione

Venerdì 7 gennaio si è svolto l’ennesimo vertice tra Governo federale e Länder per discutere sulle nuove restrizioni da introdurre. Le nuove regolamentazioni andranno a colpire soprattutto il settore della ristorazione dove anche i vaccinati con due dosi dovranno presentare un tampone per poter entrare nei ristoranti.  Inoltre è stato deciso di accorciare il periodo di quarantena. Non è ancora stato resa nota la data ufficiale dell’entrata in vigore dei nuovi regolamenti anche se un portavoce del Governo ha dichiarato che saranno attive da metà gennaio. Nel complesso, visto il buon andamento della campagna vaccinale, anche per quanto riguarda le terze dosi, e i numeri di contagiati molto minore rispetto ad altri Stati, si è riusciti a evitare un significativo inasprimento delle restrizioni già in vigore. La prossima riunione tra Governo federale e Länder per discutere ancora sulle eventuali nuove restrizioni da introdurre sarà il 24 gennaio.

A questo link l‘articolo completo

In Germania è stata proposta un’ “eredità di base” di 20.000 € per tutti i maggiorenni

Mentre una piccola percentuale di giovani erediterebbe milioni, molti altri, al contrario, non erediterebbero nulla. Secondo una proposta dell’Istituto tedesco per la Ricerca Economica (DWI), tale ineguale distribuzione della ricchezza potrebbe essere ridotta con una donazione statale fino a 20.000 euro per tutti i 18enni, sotto forma di una “eredità di base”. I finanziamenti per la cosiddetta “eredità di base” dovrebbero provenire dai fondi dell’imposta di successione e dell’imposta sul patrimonio. L’eredità di base proposta dal DWI avrebbe, però, delle condizioni riguardanti le modalità d’impiego. Infatti, l’utilizzo del contributo statale potrebbe spaziare tra istruzione, acquisto di una proprietà residenziale, lavoro autonomo o creazione di un’impresa.

A questo link l’articolo completo.

“Quando Mussolini non è più un tabù”. Notiziario tedesco preoccupato per l’ascesa del partito di Giorgia Meloni

Quando Mussolini non è più un tabù”. È questo il programmatico – e inquietante – titolo di un articolo pubblicato sul Tagesschau – principale telegiornale di Das Erste, la prima rete nazionale tedesca – il 3 gennaio. A spingere l’autore a intitolare l’articolo in questo modo è la costante ascesa di Fratelli d’Italia – il partito sovranista, populista e xenofobo guidato da Giorgia Meloni – nel panorama politico italiano. Una crescita che ha portato lo schieramento di estrema destra a guadagnarsi il 20% delle preferenze degli italiani attestandosi al secondo posto dopo il Partito Democratico, che lo supera con un risicatissimo 21%. Fino a qui niente di sconcertante dato che siamo in democrazia. Ma a preoccupare il maggiore notiziario tedesco – e non solo – è l’ambiguo rapporto di Fratelli d’Italia e della sua leader con il passato fascista e la figura del dittatore Benito Mussolini, nonché alcuni atteggiamenti molto discutibili e al limite della legalità di alcuni suoi compagni di partito negli ultimi mesi.

A questo link potete leggere l’articolo completo

Dal 3 gennaio in Germania il francobollo per i 75 anni di David Bowie

Anche il servizio postale tedesco ha deciso di rendere omaggio a David Bowie in occasione del 75esimo anniversario della sua nascita avvenuta l’8 gennaio del 1947. Per farlo Deutsche Post, da lunedì 3 gennaio, immetterà nel mercato un francobollo con l’immagine del Duca Bianco proveniente dalla copertina del box antologico Sound + Vision pubblicato nel 1989. Inoltre saranno disponibili anche due cofanetti contenti una serie di francobolli in una tiratura limitata di 5.000 pezzi. Il primo, più piccolo, avrà come tema “Bowie e la città di Berlino” dove trascorse alcuni anni della sua vita e produsse album fondamentali nella sua carriera. Il secondo, più grande, avrà come tema lo “Spazio”, sicuramente uno dei leit motiv della produzione bowieana, basti pensare a Space Oddity o all’alieno caduto sulla terra Ziggy Stardust.

A questo link l’articolo completo.

La Germania vuole l’immediata approvazione del nuovo farmaco anti-Covid

Pochi giorni fa il Ministro della Sanità federale Karl Lauterbach aveva annunciato che la Germania si era assicurata un milione di confezioni di Paxlovid, nuovo farmaco in pastiglie per evitare il decorsi grave della malattia. Per poterlo utilizzare subito in Germania si rende però necessaria un’approvazione di emergenza. L’Ema – l’Agenzia del farmaco europea – non ha infatti ancora autorizzato la messa in commercio del Paxlovid ma i test, iniziati il 19 novembre, sono in corso. L’Agenzia ha comunque autorizzato gli Stati a usare il farmaco in particolari contesti di emergenza. Come dichiarato da Lauterbach: “Affinchè il farmaco possa essere utilizzato subito dopo la consegna ho avviato la procedura per l’approvazione di emergenza in Germania insieme all’Istituto federale per i farmaci e i dispositivi medici”. La nuova fornitura del farmaco – prodotto dall’americana Pfizer che, insieme alla tedesca BioNTech, aveva sviluppato uno dei vaccini contro il Covid – dovrebbe arrivare in Germania nelle prime settimane di gennaio.

Trovate l’articolo completo a questo link.

LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: APPROFONDIMENTI CULTURALI

Citazioni e argomenti dei 10 filosofi tedeschi più importanti per capire il nostro presente

Per un lungo periodo di tempo, dal XVIII al XX secolo circa, la Germania è stata la patria di numerosi filosofi e pensatori brillanti. Ora il compito di trainare lo sviluppo del pensiero filosofico sembra essere passato ai paesi anglofoni, nonostante ciò è impossibile non riconoscere il ruolo fondamentale dei filosofi e delle filosofe tedesche nell’evoluzione del pensiero occidentale. Con questo articolo vi proponiamo una rassegna dei filosofi tedeschi più importanti, selezionando delle loro citazioni tutt’oggi utili per capire il nostro presente.

A questo link l’articolo completo.

“Uno, due, tre” il film di Billy Wilder ambientato a Berlino contro il capitalismo americano e il regime comunista

Billy Wilder, austriaco di origine ebraica, passò molti anni della sua giovinezza a Berlino. Nel 1933 fu costretto a emigrare negli U.S.A dopo l’avvento al potere di Hitler. Già durante la sua permanenza in Germania scrisse numerose sceneggiature, tra cui quella per Uomini della domenica (Menschen am Sonntag, 1930). Ma è negli U.S.A. che divenne uno dei più influenti registi della storia del cinema, girando pellicole del calibro di Viale del tramonto (Sunset Blvd., 1950), Quando la moglie è in vacanza (The Seven Year Itch, 1955) o A qualcuno piace caldo (Some Like it Hot, 1959). Nel 1961 ritornò a dirigere un film a Berlino – in piena Guerra Fredda – dopo aver ambientato qui Scandalo internazionale (A Foreign Affair, 1948).

A questo link l’articolo completo

LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: EVENTI E MOSTRE

22 eventi da non perdere a Berlino nel 2022

State pianificando un viaggio a Berlino nel 2022 o vivete qui e volete già procurarvi i biglietti per alcune delle sue manifestazioni? Ecco gli eventi da non perdere! A causa della situazione Covid è stato già annunciato che due grand fiere, la ITB (Fiera del Turismo) e la Grüne Woche (fiera agroalimentare) non avranno luogo nel 2022. È ancora incerto invece se quest’anno si faranno le due grandi feste di strada di Berlino, ovvero il MyFest il primo maggio e il Carnevale delle Culture il weekend della Pentecoste (normalmente a fine maggio-inizio giugno). Molti altri eventi sono invece, almeno per il momento, confermati. Vediamoli insieme.

Potete leggere l’articolo completo a questo link.

Gli eventi da non perdere ad Amburgo a gennaio 2022. La guida giorno per giorno

Stando sempre attenti agli aggiornamenti sulla situazione pandemica tedesca, e rispettando tutte le misure necessarie, a gennaio ad Amburgo non mancheranno eventi, mostre e concerti. Ecco la guida completa alla scoperta di tutti gli eventi che si svolgeranno nella metropoli sull’acqua.

Potete leggere l’articolo completo a questo link.

Le mostre di Berlino da non perdere questa settimana. Dal 4 fino al 10 gennaio 2022

Continuano ad essere numerosi gli eventi culturali nella capitale, tra cui le mostre che potete visitare. A questo link troverete la lista di quelle più interessanti che si terranno a Berlino dal 4 fino al 10 gennaio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *