Costruzione architettonica Berlino Alexanderplatz CC0 Pixabay License

Cinque costruzioni architettoniche a Berlino che, per alcuni, sono dei veri e propri “peccati edilizi”

Berlino è un mix di costruzioni architettoniche: alcune bellissime… e altre un po’ meno.

Non sono pochi i “peccati edilizi” nella capitale tedesca. Edifici che da un lato danno voce alla modernità e dall’altro ci ricordano la Germania d’altri tempi. Vediamo insieme cinque costruzioni architettoniche che non rispecchiano il gusto di molti, intenditori di architettura e non solo.

1) Aeroporto Berlino-Brandeburgo

A meno che non veniate a Berlino con un mezzo diverso dall’aereo, l’aeroporto di Brandeburgo, BER in breve, sarà quasi sicuramente il primo orrore architettonico che vi troverete davanti. Diversamente da quanto espresso dall’ufficio stampa dell’aeroporto, qui non si vede eleganza né raffinatezza, e neppure un minimo riferimento agli elementi architettonici tipici del Bauhaus. BER è soltanto vittima di una serie di pianificazioni sbagliate e della mancanza di buongusto dei suoi costruttori.

2) Centro commerciale ALEXA

Tappa fondamentale di Berlino è Alexanderplatz. I palazzi, la torre della televisione e la gente che cammina intorno sono tutti protagonisti di un magnifico scenario che, ahimè, viene distrutto dal  centro commerciale Alexa. Il Welt lo ha definito “Alptraum in Schweinchenrosa” (incubo in rosa porcellino) per il colore rosa pallido delle facciate di questa costruzione realizzate in cemento armato e senza finestre. Un tempo quartier generale della polizia berlinese, oggi minaccia architettonica per il fascino di Alexanderplatz.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ALEXA am Alexanderplatz (@alexacentre)

3) Pallaseum

Parecchi edifici berlinesi sono oggi scomparsi e sono stati rimpiazzati da nuove costruzioni architettoniche. Uno di questi è il famoso Palazzo dello Sport di Berlino che ha lasciato il posto al Pallasseum. Si tratta di un condominio di dodici piani collocato sulla Pallastraße a Schöneberg e conosciuto anche come il “Palazzo Sociale”. Inizialmente considerato come un esempio di vita moderna, il Pallaseum ha cambiato il suo status nel corso degli anni ed è diventato un hotspot sociale – in cui è aumentata notevolmente la percentuale di migranti tra i residenti. Di recente, gli organi politici hanno scelto di abortire l’idea di demolire il palazzo, e di mettere in atto operazioni di riqualificazione del territorio.

Pallasseum/Wohnen am Kleistpark/Sozialpalast/Sozialpallast, 1973–1977, Jürgen Sawade; Hochbunker Pallasstraße/Sportpalastbunker, 1943–1945.

4) Edificio in Fraenkelufer 26

Amanti dell’architettura siate pronti a mettervi le mani nei capelli e a urlare. Ci troviamo a Kreuzberg, dove l’architetto Hinrich Baller ha realizzato un edificio dal design postmodernista e dalla facciata geometricamente frastagliata. Le costruzioni dell’architetto tedesco, non a caso appassionato di balletto, appartengono alle cosiddette “case danzanti” che, per fortuna, non hanno avuto grande successo tra l’architettura berlinese.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Yelta Köm (@yeltakom)

5) Labirinto nero in Linienstraße 40

Il “Black-Maze-Building”, o labirinto nero, è un edificio residenziale e commerciale su Linienstraße che prosegue per Rosa-Luxemburg-Straße. Si tratta di un esempio di architettura monocromatica minimalista, ma questo “monolite frastagliato” non tiene conto dell’ambiente che lo circonda e catalizza la scena in modo sbagliato.

Wohn- und Geschäftshaus Linienstraße 40 in Berlin-Mitte. Ansicht von Osten. Architekten: Roger Bundschuh und Philipp Baumhauer in Zusammenarbeit mit Cosima von Bonin.

Queste sono solo cinque delle costruzioni architettoniche che hanno fatto storcere il naso a non pochi appassionati di architettura. Guardatevi intorno per scoprire gli altri edifici dal design del tutto discutibile.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *