Alexa, storia del centro commerciale che tutti (anche l’ex sindaco) trovano orribile

Fin dalla sua realizzazione il centro commerciale Alexa ha suscitato numerose critiche

Alexa è un centro commerciale inaugurato nel 2007 con sede nella famosa piazza Alexanderplatz a Berlino, precisamente tra la Alexander – e la Dircksenstraße. All’esterno, l’edificio si presenta di un colore tra il rosa e il rosso. A rendere famoso il centro commerciale sono state le critiche negative nate fin dalla sua inaugurazione. In un articolo risalente al 2007, la testata tedesca Welt definiva Alexa come uno degli edifici più brutti di Berlino, in quanto sbagliato sia a livello architettonico che a livello urbanistico.

Il progetto e la storia di Alexa

Il centro commerciale fa parte del progetto Planwerks Innenstadt, creato per una riqualificazione della città di Berlino. Il primo cantiere è stato aperto il 29 ottobre 2004. Per far spazio alla base dell’edificio si è dovuta ridurre gran parte della Alexanderstraße. Ad investire nel progetto è stata la Sonae Sierra, impresa di holding portoghese specializzata nella realizzazione di centri commerciali, insieme alla francese Foncière Euris, per un totale di 290 milioni di euro. L’architetto è il portoghese José Manuel Quintela da Fonseca, ma sono stati gli uffici RTL Associates, Baltimore/USA e Ortner & Ortner, vincitori del concorso di architettura, a seguire la progettazione. Con una superficie di più di 56.000 metri quadri, è uno dei centri commerciali più grandi di Berlino. È composto da quattro piani, 180 negozi e offre diversi servizi tra cui ristoranti italiani, asiatici o di piatti tipici berlinesi e anche una Escape-Room.

Le critiche e le opinioni sulla struttura

Tante sono state le critiche e le opinioni riservate al centro commerciale. In un articolo del Tagesspiegel dedicato agli edifici più brutti di Berlino, Alexa è stato posizionato proprio al primo posto.  Per il Frankfurter Allgemeine Alexa è “una pazzia” e continuando: «Ha a che fare con la piazza quanto una lapide ha a che fare con un compleanno per bambini». Anche lo stesso sindaco Klaus Wowereits lo definì brutto. Mentre l’attrice Eva Mattes dichiarò al Berliner Zeitung che la bruttezza di Alexa e di altri angoli di Berlino possono essere uno stimolo per la fantasia. Al Berliner Zeitung espresse la sua opinione anche il famoso architetto Hans Kollhoff che nel 2010 definì il centro commerciale “un mostro”. Secondo Kollhoff, i nuovi edifici a Berlino sono una catastrofe e il motivo di tutto ciò sarebbero gli investitori che pensano troppo al guadagno veloce piuttosto che alla qualità delle strutture.

Leggi anche 12 edifici brutalisti a Berlino

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Alexa ©VollwertBIT CC3.0 da Wikimedia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *