The Whale, lo straordinario museo (a forma di pinna) sulle balene tra i ghiacciai dell’artico

Il capolavoro architettonico The Whale, il nuovo museo a forma di balena, aprirà in Norvegia a giugno 2023

Situato in un paesaggio spettacolare, quello della costa di Andenes a circa 300 km dal Circolo Polare Artico The Whale è il nuovo museo norvegese che rappresenta l’incontro tra essere umano e balena. Centro educativo e insieme piattaforma di osservazione, camminando sul tetto ondulato del museo, i visitatori potranno osservare il magnifico paesaggio circostante e la fauna marina locale. Nell’intenzione di Dorte Mandrup, lo studio d’architettura che ha progettato il museo:

«Attraverso l’arte e la scienza una visita al museo The Whale sarà un’esplorazione poetica di diversi universi –sopra e sott’acqua– inspirati dal viaggio delle balene intorno al globo. Un viaggio dove i confini non sono definiti dalla nazionalità o tracciati dalla cultura».

L’apertura del museo, che era prevista per il 2022, è stata posticipata a causa del rinvenimento dei resti di un insediamento di epoca vichinga. A causa di questi rallentamenti, l’inaugurazione avverrà in Norvegia a giugno 2023.

Interior view of The Wale museum in Norway

CREDIT: COURTESY OF THE WHALE

Dal museo sarà possibile avvistare diverse specie di balene

Il museo si trova ad Andenes, un piccolo villaggio dell’isola norvegese di Andøya, considerato uno dei luoghi migliori al mondo per l’avvistamento delle balene. In quest’area, infatti, la corrente del Golfo crea un clima accogliente per le balene che, dalle acque fredde e profonde circostanti, si spostano, per nutrirsi, vicino a riva. Se si è fortunati è possibile osservare, da giugno ad agosto, diverse specie di balena: balene pilota, balenottere e capodogli. In inverno, invece, si possono vedere le orche e le megattere che migrano verso sud. Il tetto del museo funge infatti anche da terrazza panoramica da cui i visitatori possono osservare non solo la fauna marina circostante, ma anche l’arcipelago, l’aurora boreale o il sole di mezzanotte che si riflette nell’oceano.

Exterior view of The Wale museum in Norway

CREDIT: COURTESY OF THE WHALE

Un progetto architettonico minimalista e non invasivo

Il museo è stato progettato da Dorte Mandrup, rinomato studio d’architettura danese. Il tetto del museo ha una struttura ondulata, che ricorda la pinna di una balena. La superficie del tetto è poi lastricata in pietre naturali, che si integrano perfettamente con il paesaggio circostante. Così strutturato, il tetto sembra essere una grande roccia che si solleva dolcemente dal terreno. Come affermato dal grande studio danese, l’edificio si erge «come se un gigante avesse sollevato un sottile strato di crosta terrestre e creato una cavità sottostante». Si tratta inoltre di una struttura ecosostenibile. Il tetto è infatti costituito da un’unica lastra di cemento che, con la sua forma curva, permetterà di ridurre al minimo l’uso di materiale per l’edificio. All’interno del museo verranno esposte mostre che narrano storie di incontri tra umani e balene. Qui, inoltre, l’ampio spazio finestrato permetterà di creare una connessione visiva tra l’edificio e il ambiente esterno. Oltre allo spazio espositivo, contenente reperti legati alle balene, nell’edificio saranno presenti anche un bar e un negozio.

Interior view of The Wale museum in Norway

CREDIT: COURTESY OF THE WHALE

La tutela dell’ambiente marino

Il 2021 segna un momento fondamentale per il dibattito sulla tutela dell’ambiente marino e sul cambiamento climatico. È infatti il primo anno di operatività di «the United Nations Decade of Ocean Science for Sustainable Development», organizzazione globale che ha lo scopo di «sviluppare la conoscenza scientifica, costruire infrastrutture e implementare relazioni per un oceano sano e sostenibile». La prossima apertura del museo The Whale, che ha lo scopo di «creare consapevolezza e ispirare all’apprendimento e alla conservazione delle balene e del loro ambiente» segna quindi un passo avanti per la tutela dell’ambiente marino.

Interior view of The Wale museum in Norway

CREDIT: COURTESY OF THE WHALE

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: COURTESY OF THE WHALE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *