Miliardario startupper olandese dona cifra record ai Verdi tedeschi

Un imprenditore olandese ha donato 1,25 milioni di euro ai Verdi

Poco prima delle elezioni, l’imprenditore e filantropo olandese Steven Schuurman ha donato 1,25 milioni di euro ai Verdi tedeschi. È la più grande donazione nella storia del partito. Il miliardario Schuurman, classe 1975, è cofondatore ed ex capo della società di ricerca e analisi dati Elastic e cofondatore di Atlantis Entertainment. Il cittadino dei Paesi Bassi ha già donato milioni durante la campagna elettorale olandese. Nonostante la donazione provenga dall’estero, è del tutto legale in quanto il donatore è cittadino comunitario.

In un’intervista con RND ha motivato la sua decisione: “Una politica ambiziosa e allo stesso tempo pragmatica contro le conseguenze del cambiamento climatico è rappresentata solo dai Verdi in Germania. Ho già avuto un certo successo come imprenditore. Ora, come europeo e in quanto essere umano, sto lavorando per fare in modo che si possa evitare la catastrofe. Per usare un’immagine olandese: siamo seduti in una nave e ci dirigiamo verso il centro di una tempesta. Possiamo ancora cambiare rotta e costeggiarla e, anche se ormai non è più possibile evitarla completamente, dobbiamo comunque fare il possibile per invertire la rotta”.

Le dichiarazioni di Schuurman sui Verdi e la donazione

Per l’imprenditore olandese, la candidata Cancelliera dei Verdi è colei che, nel panorama politico tedesco, avverte più nitidamente l’urgenza delle problematiche legate al cambiamento climatico. “La Baerbock riconosce l’emergenza del tema del cambiamento climatico. Inoltre, rappresenta una politica pragmatica”. Il compito della Stato, secondo Schuurman, deve essere quello di “spianare la strada a cittadini e imprese verso un futuro a impatto climatico zero. I Verdi sono coloro che riconoscono questa priorità ed hanno le migliori proposte per raggiungere tale obiettivo”. Durante l’intervista, alla richiesta di motivare il suo interesse per le elezioni federali tedesche, Schuurman ha dichiarato: “la crisi climatica non conosce confini. Il modo in cui la Germania è governata ha un impatto decisivo sul corso che prenderà l’Europa e, il vecchio continente, è estremamente importante per il mondo intero”.

Le altre donazioni ricevute dai Verdi

Già in aprile i Verdi avevano ricevuto una donazione di un milione di euro dallo sviluppatore di software Moritz Schmidt. Anche lui, con la donazione, ha voluto dare un impulso a un cambiamento di politica nella direzione di una maggiore attenzione alla protezione dell’ambiente e del clima. La sua donazione era stata la più grande mai ricevuta nella storia del partito. L’altra cifra record ricevuta dai Verdi è quella di Antonis Schwarz. L’erede  della società farmaceutica renana Schwarz Pharma, nel febbraio scorso, ha infatti donato 500.000 euro al partito della Baerbock. Le donazioni, stando alle dichiarazioni degli imprenditori, sono tutte motivate dalla medesima ragione, ovvero la necessità di agire, il più velocemente possibile, per far fronte alle problematiche ambientali e climatiche.

Vedi anche Una falsa campagna di poster elettorali sta facendo irritare i Verdi in Germania

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *