Svezia

In un bosco svedese c’è il bar all’aperto più grande al mondo. Ha cocktail di soli prodotti raccolti a mano

Nel bar Huuva Hideaway, in Svezia, si può creare il proprio cocktail raccogliendo gli ingredienti direttamente dalla foresta circostante

A Liehittäjä, un villaggio di sole 14 persone nel nord della Svezia, si trova l’Huuva Hideaway, il bar all’aperto più grande del mondo. Tuttavia, non si tratta di un bar come tutti gli altri: non ci si siede al tavolo aspettando la propria ordinazione ma, affiancati da esperti di bevande, è necessario comporre autonomamente il proprio cocktail, reperendo gli ingredienti nei dintorni. “La parte più divertente della ricerca degli ingredienti per i cocktail è che non costano nulla, […] ma anche che quei sapori non si possono trovare nei negozi […] e risultano così diversi e variegati”, spiega Emil Åreng, il maestro barman responsabile delle ricette.

Huuva Hideaway fa parte del progetto Drinkable Country che, attraverso un’esperienza culinaria unica, mira a far conoscere ai turisti paesaggi e sapori locali della Svezia. Huuva Hideaway è nato in seguito al successo di The Edible Country, una campagna di sensibilizzazione lanciata nel 2019 con lo stesso obbiettivo: riscoprire il contatto con la natura per disporre gratuitamente di cibo e bevande di prima qualità. “L’unica cosa di cui hai bisogno è un cestino da picnic e dei buoni stivali . Questo è tutto. Non hai bisogno di nient’altro”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Huuva Hideaway (@huuvahideaway)

Le ricette dei cocktail con ingredienti naturali

Le ricette proposte in questi bar vogliono riflettere l’ambiente naturale svedese, per questo sono preparati con prodotti locali e ispirati dalle quattro stagioni. Emil Åreng ha condiviso la ricetta di due dei suoi cocktail estivi. Gli ingredienti distintivi del primo dei due sono: alcune manciate di foglie di betulla verde, germogli di abete rosso, acqua, zucchero e succo di limone. Ad essi si può poi aggiungere ghiaccio, per chi lo volesse gustare freddo, o dell’acquavite, per chi preferisse la versione alcolica. La seconda opzione richiede invece di scaldare insieme olmaria e acetosella, sciroppo, succo di limone, acqua e ghiaccio o, per la variante alcolica, gin.

Sperimentare i sapori della Svezia presso uno dei 14 cocktail-bar immersi nella natura

Quello dell’Huuva Hideaway non è il solo bar ad aver sposato questa filosofia: ne esistono ben 14, disseminati in tutta la Svezia. Uno di questi è localizzato all’estremo nord del paese, ad Arjeplog. La città è considerata uno dei sette luoghi del mondo presso i quali è possibile sperimentare l’ambiente artico seppur non trovandosi ufficialmente nei territori artici. Il paesaggio unisce montagne, foreste, paludi, fiumi, arcipelaghi e mare. Da maggio a luglio è inoltre possibile assistere al fenomeno del sole di mezzanotte, mentre durante i sei mesi di buio è possibile ammirare l’aurora boreale. Un altro bar ispirato alla stessa filosofia di Huuva Hideway, si trova a Ven, un’isoletta situata tra Svezia e Danimarca. Ven offre un panorama mozzafiato, caratterizato da scogliere a picco sul mare, ondose spiagge bianche e campi sterminati. L’isola è infine visitabile a bordo di caratteristiche biciclette gialle.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *