Germania, niente più quarantena per chi rientra dall’Italia

Da giovedì 13 maggio sono entrate in vigore nuove regole – valide su tutto il territorio nazionale – per chi rientra in Germania dall’Italia. Revocato l’obbligo di quarantena

Dal 13 maggio è entrata in vigore una nuova normativa – chiamata Corona-EinreiseVerordnung – che, di fatto, revoca l’obbligo di osservare un periodo di quarantena una volta rientrati in Germania dall’Italia. Rimane l’obbligo, per chiunque stia rientrando in Germania, di registrarsi sul portale online www.einreiseanmeldung.de. L’Italia da oggi non viene però più considerata ‘area ad alta incidenza’ ma ‘area a rischio normale’ (a questo link la classificazione completa di tutti gli Stati in base al livello di rischio). Questo comporta il fatto che chiunque rientri dal Bel Paese in Germania non è più obbligato a osservare il periodo di quarantena. Prima del 13 maggio, chiunque entrasse in Germania dall’Italia, doveva osservare un periodo di quarantena di 10 giorni, che poteva essere interrotto dopo 5 giorni se si effettuava un tampone con esito negativo.

La Germania distingue tre tipi di viaggiatori: vaccinati, guariti e testati negativi. Ecco come ognuno di loro può evitare la quarantena

Come scritto sopra, rimane obbligatoria, per tutti, la registrazione sul portale online una volta entrati in Germania. Per la normativa tedesca, si considera:

  • vaccinato: chiunque abbia completato da almeno 14 giorni il ciclo vaccinale (una o due dosi a seconda del tipo di vaccino; comunque una sola dose per chi sia già stato malato di Covid)
  • guarito: chiunque sia risultato positivo al Covid 19 non meno di 28 giorni e non più di 6 mesi prima
  • “testato negativo”: chiunque sia risultato negativo ad un tampone molecolare (PCR) o antigenico (nelle ultime 72 ore se PCR, nelle ultime 48 ore se antigenico). Nel caso degli ingressi da aree a rischio varianti, l’antigenico deve essere effettuato nelle 24 ore precedenti l’arrivo in Germania.

Per evitare la quarantena, durante la registrazione in ingresso, deve essere allegata tutta la documentazione che attesti il fatto che il viaggiatore sia vaccinato, guarito o testato negativo. La documentazione può essere presentata in italiano, tedesco, inglese, spagnolo e francese ed essere stata prodotta anche in uno Stato estero. Se si rientra in aereo, tale documentazione deve essere anche presentata prima di imbarcarsi. Se si avessero difficoltà a registrarsi online, bisognerà compilare il modulo cartaceo (che trovate a questo link) il quale andrà poi spedito all’indirizzo che trovate sullo stesso o consegnato  a mano alle autorità.

Tutte le informazioni nel dettaglio sono reperibili sul sito dell’Ambasciata italiana

 

Leggi anche Dai musei ai ristoranti, Berlino si prepara a riaprire

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Quarantena Aereo Reichstag Bild von ThePixelman auf Pixabay https://pixabay.com/de/photos/flugzeuge-kuppel-berlin-kapitol-505126/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *