Germania, dopo le dimissioni l’ex Ministra Giffey perde anche il dottorato

L’Università Libera di Berlino revoca il dottorato a Franziska Giffey. L’ex ministra si era dimessa dopo le accuse di plagio

L’Università Libera di Berlino (FU) ha revocato il dottorato a Franziska Giffey (Spd), ex ministra della Famiglia tedesca. L’accusa è di plagio della sua tesi di dottorato. Franziska Giffey aveva conseguito il titolo in Scienze Politiche nel 2010. Dopo un lungo dibattito, la commissione di esame ha deciso, all’unanimità, di revocare il suo titolo di dottorato. La commissione ha deliberato che la Giffey non aveva citato adeguatamente i testi e i riferimenti bibliografici di altri autori consultati. Non è la prima volta che viene avviata una procedura per la revisione della sua tesi. Nel 2019, infatti, in seguito a delle verifiche, si era deciso di sanzionare la Giffey con un rimprovero. Successivamente, ritenendo la decisione troppo lieve, il procedimento è stato riaperto proponendo come sanzione il ritiro del dottorato. La ministra aveva già presentato richiesta di dimissioni il 19 maggio 2021, dopo le accuse di plagio della sua tesi.

Le dimissioni dalla carica di ministra dopo le accuse

Dopo lunghe discussioni sulla sua tesi di dottorato e sulle accuse di plagio, lo scorso 19 maggio Franziska Giffey ha annunciato le sue dimissioni da ministra della Famiglia, carica che ha ricoperto da marzo 2018. Nonostante le accuse di plagio, in un primo momento la socialdemocratica Giffey aveva comunque reso pubblica la sua volontà di candidarsi alle prossime elezioni alla Camera del Land di Berlino. Per il momento non ci sarà un nuovo ministro della Famiglia. Sarà Christine Lambrecht, ministra federale della Giustizia e della tutela dei consumatori, ad assumere le funzioni di ministra della Famiglia fino alle elezioni federali, previste per il 26 settembre.

Non è la prima volta: il caso del barone Karl Theodor zu Guttenberg

La socialdemocratica Franziska Giffey non è la prima figura politica ad essere stata accusata di plagio e a presentare le dimissioni. Nel 2011 le stesse accusate sono state rivolte al ministro della Difesa, il barone Karl Theodor zu Guttenberg. È stato il quotidiano Sueddeutsche Zeitung a muovere le prime accuse di plagio contro l’ex ministro, affermando che la sua tesi presentava diversi passaggi citati testualmente e privi delle dovute citazioni. Inizialmente Guttenberg aveva cercato di minimizzare il fatto, definendo il plagio un errore in buona fede. Poi, messo sotto pressione dalle accuse dei media e delle opposizioni, ha presentato le sue dimissioni.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Screenshot da YouTube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *