Germania, Facebook cancella i canali del gruppo cospirazionista Querdenken

Facebook ha condotto un’azione mirata diretta contro il movimento Querdenken (Lateral Thinking). Il gruppo, afferma il colosso del web, causa “danni alla società” promuovendo teorie della cospirazione

Facebook ha rimosso circa 150 account, gruppi e pagine collegati al movimento tedesco Querdenken. È la prima azione mirata diretta contro un gruppo che causa “danno sociale coordinato”, ha affermato Nathaniel Gleicher, responsabile della sicurezza di Facebook. Le pagine hanno diffuso “disinformazione dannosa sulla salute, incitamento all’odio e incitamento alla violenza”, ha affermato il gigante dei social media in una nota. “Le persone dietro le pagine hanno utilizzato account autentici e duplicati per pubblicare e amplificare i contenuti in violazione. Principalmente, erano focalizzati sulla promozione di teorie cospirazioniste secondo cui le restrizioni contro il introdotte Covid-19 dal Governo tedesco fanno parte di un piano più ampio per privare i cittadini delle loro libertà e diritti fondamentali”.

La cancellazione degli account di Michael Ballweg, fondatore dei Querdenken

Il giro di vite ha incluso anche le pagine Instagram. L’azienda, inoltre, ha individuato una serie di siti web associati al movimento, che non potranno più essere collegati a Facebook. L’azione di Facebook si è rivolta anche agli account del fondatore di Querdenken Michael Ballweg. Quest’ultimo ha affermato che avrebbe intrapreso un’azione legale contro tali cancellazioni. In particolare per la rimozione della pagina “Lateral thinking 711”, con oltre 31.000 iscritti. Secondo Facebook, la pagina utilizzava account duplicati per pubblicare e distribuire contenuti dannosi. “Non si tratta esclusivamente di profili falsi, ma di persone reali che si organizzano per violare sistematicamente le nostre linee guida e per causare danni all’interno o all’esterno della nostra piattaforma”, ha affermato Gleicher. “Come è noto, questo gruppo ha esercitato una vera e propria violenza contro le persone che lavorano nel giornalismo, nella polizia o nel settore sanitario”, si legge nel post del responsabile di Facebook.

I Querdenken e la rimozione da YouTube a fine maggio

Il movimento “Querdenker”, che è già sotto la sorveglianza dei servizi segreti tedeschi, ama presentarsi come il portavoce degli oppositori delle restrizioni governative sul Coronavirus, organizzando manifestazioni in tutto il paese che hanno attirato folle di diverse migliaia di persone. Il movimento raggruppa uno spettro di attivisti estremamente eterogeneo, da teorici della cospirazione e scettici sui vaccini a gruppi di estrema destra. Molto spesso i loro raduni sono sfociati nella violenza. Le loro piattaforme sui social media vengono regolarmente accusate di contribuire a diffondere disinformazione. Già YouTube, prima di Facebook, aveva rimosso il canale “Quer Think 711”. Un portavoce di Google aveva accusato il gruppo di violare le linee guida di YouTube per la disinformazione.

Leggi anche Querdenken: chi sono i “pensatori laterali” che si oppongono alle restrizioni in Germania

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di dlewisnash da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *