Berlino mette all’asta tutto ciò che c’è dentro l’ex aeroporto di Tegel

Tegel, per anni, è stato il principale aeroporto di Berlino. Adesso, tre mesi dopo l’ultimo volo, i proprietari mettono all’asta tutto ciò che hanno trovato nei locali

Dal 1974 al 1990, l’aeroporto di Tegel è stato l’orgoglio di Berlino Ovest e anche dopo la riunificazione, accanto all’aeroporto di Schönefeld a sud della città, ha servito bene tutti i berlinesi. Questo fino al 2012 quando l’aeroporto BER, costruito poco distante dall’aeroporto di Schönefeld, avrebbe dovuto sostituire tutti i principali aeroporti nel Land di Berlino Brandeburgo. C’è stato però un piccolo problema: l’apertura del BER è avvenuta in ritardo. Ben otto anni dopo, nell’ottobre del 2020, il BER ha aperto i battenti e l’aeroporto di Tegel, che presto sarà trasformato in un parco industriale, è stato chiuso. L’8 novembre 2020 l’ultimo aereo, un volo di Air France per Parigi, è partito dall’aeroporto di Tegel. Molti si sono rattristati quando lo storico aeroporto ha cessato la sua attività, tuttavia, chi lo desidera ora può possederne un pezzo, poiché tutto, dalle sedie agli schermi ai sistemi di lavaggio degli autobus, viene venduto all’asta online da Dechow Auctions in collaborazione con la loro affiliata olandese Troostwijk Auctions. Quando aeroporti e compagnie aeree hanno bisogno di sbarazzarsi di oggetti non necessari, hanno due opzioni. La prima è buttare via tutto, creando uno spreco che si potrebbe facilmente evitare. L’altra è cercare di vendere oggetti ai curiosi e ai collezionisti.

L’asta dell’attrezzatura di Tegel

Un gran numero di articoli dall’aeroporto Tegel viene ora messo all’asta online da Dechow. Questi vanno da un blocco di tre sedute a partire da € 20, fino agli spazzaneve aeroportuali che partono da € 11.200 . A partire da sabato 30 gennaio, l’asta durerà 14 giorni fino alle ore 10:00 dell’11 febbraio. Alcune delle offerte sembrano piuttosto ragionevoli ma il vero problema è che tutti gli articoli devono essere ritirati di persona all’aeroporto e le offerte potrebbero aumentare in modo significativo prima della fine dell’asta. Gli articoli venduti dall’aeroporto di Tegel sono distribuiti su tre aste. Un’asta è per gli spazzaneve, una per paraventi e sedie, mentre la terza asta ha pezzi assortiti.

Non è la prima asta nel campo dell’aviazione

L’asta di attrezzature dell’ex aeroporto di Tegel non è unica nel suo genere. L’anno scorso vi è stata una vendita di stoviglie e altri articoli della British Airways dalla sua flotta di Boeing 747 che sono andati in pensione. Anche Thai Airways ha venduto di tutto, dalle posate ai Boeing 747 a novembre, anche se i Boeing 747 potrebbero essere più difficili da vendere rispetto a coltelli e forchette. Negli Stati Uniti, American Airlines ha venduto il suo vino ai consumatori poiché il numero di passeggeri era troppo basso. Lufthansa ha venduto le porte A320 riproposte come sbarre, mentre altri hanno venduto portachiavi realizzati con parti delle fusoliere degli aerei.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Berlin-Tegel. Foto di Bernd Marczak from Berlin da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *