200mila test al giorno: la Germania spinge ad espandere i test sul coronavirus

Per combattere il Coronavirus, il governo si pone l’obiettivo di aumentare in maniera radicale il numero dei test.

Secondo il documento “How to Get Covid-19 Under Control“, stipulato dal Ministro degli Interni tedesco, è necessario aumentare in maniera notevole il numero dei test in Germania. Gli esperti sostengono che bisogna effettuare 100.000 test al giorno dal 13 aprile e 200.000 per la fine di aprile. Solo in questo modo si possono evitare le conseguenze peggiori per salute pubblica, l’economia e la società. In occasione del lancio a Berlino di una nuova rete governativa per il trattamento e la ricerca di COVID-19 il virologo Christian Dorsten ha stimato che la Germania sta testando per il coronavirus circa 500 mila persone a settimana. Il numero molto elevato di test dimostra come gli esperti siano a conoscenza di un maggior numero di contagiati, gravi e non. Dorsten, direttore dell’Istituto di virologia dell’ospedale universitario Charite di Berlino, ha aggiunto che il basso tasso di mortalità rispetto al numero dei casi totali può essere dovuto al fatto che si eseguono molti test diagnostici. Inoltre, anche la fitta rete di laboratori tedeschi sparsi sul territorio contribuisce alla formulazione di una diagnosi precoce.

È necessario aumentare rapidamente i test

Secondo i dati della Johns Hopkins University e del Robert Koch Institute (RKI), venerdì mattina ci sono stati oltre 45.000 casi confermati di coronavirus in Germania e 276 decessi. Tuttavia, il documento “How to Get Covid-19 Under Control” presuppone che il numero effettivo di contagiati  e il tasso di mortalità siano più elevati. Mentre l’RKI stima attualmente la letalità dell’agente patogeno in Germania allo 0,56%, il Ministero degli Interni sostiene che l’1,2% delle persone infette morirà a causa del coronavirus. A seconda delle politiche di un singolo stato, non si avrebbe effettuato il test su molti altri possibili casi. Si tratta di persone che presentano solo sintomi lievi o non sono state a contatto con un caso già confermato. Quasi un quarto della popolazione ha più di 60 anni. Secondo gli esperti  il numero dei morti potrebbe aumentare ancora notevolmente se i cittadini non seguiranno le misure per stoppare il contagio. Un grande malinteso è che il coronavirus colpisca solo gli anziani o sia innocuo per i bambini. Gli studiosi affermano che il virus in Germania ha colpito anche giovani e individui più sani in maniera anche più radicale rispetto ad altri paesi.

Soluzioni e provvedimenti per rallentare la diffusione del virus

Il Ministero degli Interni ha dichiarato che sono necessarie soluzioni innovative per i test ad ampio raggio. Per proteggere il personale medico dalle persone infette, le persone dovrebbero fare da sole i tamponi nasali necessari. Al fine di rintracciare meglio coloro che sono risultati positivi al test, si dovrebbero utilizzare a lungo termine soluzioni supportate dal computer e persino la localizzazione dei telefoni cellulari. Chiunque risulti positivo dovrebbe essere isolato, a casa o in una struttura di quarantena. È inoltre necessario aumentare significativamente il numero di letti d’ospedale. Attualmente, ci sono quasi 300.000 posti letto negli ospedali e nelle cliniche di riabilitazione. Altri 60.000 potrebbero probabilmente essere allestiti in alberghi e padiglioni espositivi, per i quali i 16 stati tedeschi hanno già fatto spazio. Nel frattempo si pensa a sviluppare un vaccino: a tal fine è fondamentale innanzitutto migliorare la comunicazione tra ospedali e laboratori sui dati sanitari dei pazienti affetti da coronavirus. Il Ministero della ricerca ha dichiarato che si impegnerà per 150 milioni di euro nel raggiungere tale obiettivo.

Leggi anche: Se neanche durante una pandemia i paesi “partner” sono disposti a creare una vera Europa politica e solidale…

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram  e  Twitter!

Immagine copertina: Picsabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *