Il 76% dei tedeschi non teme il Coronavirus e ha fiducia nella sanità nazionale

La Germania sembra non avere paura dell’epidemia del Coronavirus, lo dimostra un sondaggio

In Germania, a differenza di altri Paesi, non si è verificata quell’isteria legata al COVID-19 che ha mandato in tilt la società e l’economia. La maggior parte dei cittadini tedeschi non sembra essere molto preoccupata per la famosa epidemia che sta caratterizzando il 2020. Il Coronavirus non spaventa i funzionari sanitari del Paese e la situazione è sotto controllo. L’attenzione sembra ricadere più sulla questione dell’accettazione dei rifugiati e sulla composizione politica del Germania stessa. Nonostante le famose mascherine mediche e i disinfettanti siano diventati difficili da trovare anche in Germania, sono davvero poche le persone che la indossano nella capitale. Ancora una volta a preoccupare più del virus in sè, sembra essere il cibo. Come in Italia, anche in Germania, soprattutto dopo l’annuncio dei primi casi di Coronavirus a Berlino è aumentata sul mercato la domanda di pasta, cibo in scatola, grano, olio e carta igienica. Nonostante l’atteggiamento calmo e razionale adottato dalla Germania contro il virus sia molto diffuso, ormai si parla di epidemia. Seppure la paura di contrarre il virus sia aumentata, secondo un sondaggio il 76 % dei tedeschi vive la quotidianità senza alcuna modifica. Lo studio è stato commissionato dall’emittente pubblica ARD. Realizzato solo pochi giorni fa dalla Pollster Infratest-Dimap.

Dopo il comunicato del 26 febbraio di Jehns Spahn, Berlino ha cominciato a prendere qualche misura di sicurezza

Come riportato sul sito dell’Ansa , il Ministro della Salute tedesca ha spiegato come alla luce alla luce dei nuovi casi di Coronavirus in alcuni Laender, le persone risultate contagiate hanno avuto “molti contatti”. Questo porta ad una catena di infezioni. La dimensione della situazione è per questo motivo non più ricostruibile. Le parole di Jehns Spahn hanno un peso importante all’interno del Paese. E’ il secondo politico della Germania, dopo Angela Merkel (che ha il 53% di approvazione), ad essere seguito e ascoltato. Spahn è il ministro della salute più popolare della Germania nella storia.

Anche la vita notturna della capitale si ferma (almeno per questo weekend)

Come si sta verificando in altri paesi, luoghi di cultura ma anche intrattenimento si fermano. Il weekend del 6 e 7 marzo molti club della capitale resteranno chiusi. Scopo preventivo, impossibile comunque eliminare del tutto il rischio del contagio. Il noto party del Kit Kat, il GEGEN fissato per  venerdì 6 marzo è stato rimandato a data da destinarsi. Nelle pagine social del noto club berlinese si legge che a causa di motivi di salute pubblica i clubber dovranno attendere la seconda data. La scelta del GEGEN è dettata soprattutto dalle sue dimensioni molto private.

 

Leggi anche: Coronavirus a Berlino, si cominciano a cancellare party. Annullato il Gegen del KitKat

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Pixabay

1 commento
  1. Daniel
    Daniel dice:

    I tedeschi hanno paura e come vivo a Berlino e a fare la spesa vedi scafali vuoti come se ci fosse la fine del mondo

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *