Berlino, ragazza muore dopo uso di stupefacenti in un celebre club

Una ragazza di 25 anni muore in un celebre club di Berlino dopo aver assunto stupefacenti. La polizia è alla ricerca di testimoni.

Mercoledì 25 agosto una ragazza irlandese di 25 anni è morta dopo aver assunto droghe al celebre club berlinese Suicide Club, al RAW-Gelände di Friedrichshain. La 25enne è stata trovata incosciente nei bagni del club techno lunedì notte. Il personale medico di soccorso, allertato poco prima delle 4 del mattino, ha tentato di rianimare la donna, che in seguito è stata portata  all’ospedale di Lichtenberg. Lì è avvenuta la sua tragica morte mercoledì sera. Secondo le indagini fatte finora, la ragazza avrebbe assunto degli stupefacenti nei bagni assieme a un uomo di 30 anni, per poi svenire poco dopo. La polizia avrebbe arrestato il sospettato e perquisito successivamente il suo appartamento. L’uomo è stato tuttavia rilasciato poco dopo per insufficienza di prove. Gli agenti sono adesso alla ricerca di testimoni.

La ragazza avrebbe assunto GHB

Come riferito dal giornale tedesco B.Z., la 25enne irlandese avrebbe assunto del GHB. Conosciuta anche come droga dello stupro, è molto diffusa nella scena techno e può essere facilmente sovradosata. “La differenza tra la dose che porta all’effetto desiderato e quella che porta invece al coma tossicologico è esigua. Pertanto il rischio di sovradosaggio involontario è elevato”, viene riportato nel sito tedesco Drugcom. Se assunta in dosi elevate, può portare a morte per arresto respiratorio. A causa del tragico incidente, il Suicide Club ha deciso di rimanere chiuso lo scorso fine settimana “per rispetto e pietà della ragazza deceduta”, come annunciato nel loro profilo Instagram. La polizia ha avviato le indagini ed è adesso alla ricerca di testimoni. Nello specifico, si ricercano persone che conoscevano o che abbiano avuto un contatto con la donna la notte tra il 22 e il 23 agosto. Chiunque abbia informazioni utili può contattare la Direzione 5 della polizia criminale di Moabit al numero (030) 4664 – 574514 oppure – 571100.

Non il primo caso di morte di overdose nei club berlinesi

Già nel 2017 una turista americana è morta al Berghain per assunzione di droghe. Jenifer, questo il nome della vittima, era in viaggio a Berlino con il marito Carlo. Insieme avevano deciso di fare festa al famoso club techno sotto consiglio di un amico. Quello che doveva essere il momento clou della loro vacanza è però finito in tragedia. I due, una volta entrati, avrebbero preso una pillola di ecstasy ciascuno. Successivamente Jenifer si sarebbe allontanata e ne avrebbe assunta un’altra ancora. Dopo un po’ di tempo Carlo ha cominciato a preoccuparsi perché non riusciva più a rintracciare la moglie. Infine un messaggio dal cellulare di Jenifer ha raggiunto il marito: “La tua ragazza è in overdose, ha bisogno di aiuto, scendi giù per le scale”. Carlo ha trovato la moglie in preda alle convulsioni e a crisi respiratorie, con la schiuma alla bocca. La 30enne è deceduta per overdose poche ore dopo. Come emerso successivamente dalle indagini, è stato scoperto che le pillole contenevano 11 volte il dosaggio di una normale. Nonostante la coppia fosse consumatrice abituale di stupefacenti, il sovradosaggio si è rivelato letale per la giovane turista.

Leggi anche: Berlino vuole aprire laboratori per dare a tutti la possibilità di valutare le droghe che assumono

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Drug Capsules di moritz320 da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *