Germania, uomo delle consegne guida senza patente per 40 anni

La polizia di Treviri ha fermato un uomo che guidava con una patente contraffatta

L’episodio si è verificato a Schweich, nel circondario di Treviri-Saarburg, mercoledì scorso. Un fattorino di 67 anni alla guida di un’auto è stato fermato dalla polizia di Treviri. Alla richiesta di vedere i suoi documenti, l’uomo ha presentato una patente contraffatta e, per sembrare più credibile, ha spiegato di averla già mostrata a una stazione di polizia. Fortunatamente, un agente si è accorto che si trattava di un falso. Secondo le testimonianze della polizia, l’uomo avrebbe ammesso di aver guidato senza una patente valida per 40 anni, molti dei quali trascorsi a guidare per effettuare consegne. Il 67enne dovrà perciò rispondere a numerose accuse.

Un crimine che passa spesso in secondo piano, ma punibile con multe o reclusione

Anche a luglio di quest’anno è avvenuto un episodio simile: la polizia aveva fermato una donna di 69 anni, di Stoccarda, che aveva viaggiato per 39 anni senza patente. I motivi per cui non l’aveva più rinnovata rimangono tutt’ora sconosciuti. In ogni caso, in Germania chi viaggia senza un documento valido può essere punito con reclusione o multe, calcolate sulla base del reddito. A seconda della gravità del reato e nel caso in cui il criminale sia recidivo, la polizia potrebbe anche sequestrare il veicolo. Anche la contraffazione di documenti ufficiali è un reato punibile con multe o fino a 5 anni di reclusione.

Leggi anche Germania, la classifica di città e regioni con stipendi di ingresso più alti e più bassi

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *