Germania, stato della Turingia ha annullato l’obbligo della distanza di sicurezza

Lo stato della Turingia, nella Germania orientale, sarà il primo in Germania a eliminare i requisiti di distanziamento sociale messi in atto per arginare la diffusione del Coronavirus.

Il governo federale tedesco e i 16 governi dei Länder avevano inizialmente concordato di prorogare le restrizioni di contatto fino al 29 giugno. Diversi Länder hanno però già allentato le regole. Lo Stato della Turingia ha approvato martedì un nuovo ordine, che entrerà i vigore sabato 13 giugno.

Il nuovo regolamento

La nuova regola consentirà la riapertura di un numero maggiore di strutture. Tra queste sono incluse piscine coperte e piscine per il tempo libero, così come centri termali, saune e cinema, a condizione che i loro piani di controllo delle infezioni siano prima approvati dal governo statale. Potranno riaprire anche i parchi di divertimento e sarà possibile di nuovo organizzare le feste di paese. Tuttavia, i festival “particolarmente adatti a promuovere la diffusione della pandemia” non saranno approvati. Le mascherine continueranno a rimanere obbligatorie nei negozi e nei trasporti pubblici. I teatri e le orchestre finanziate dallo Stato non riprenderanno le loro esibizioni fino a dopo il 31 agosto, quando il divieto di grandi eventi in tutta la Germania verrà annullato. Invece, i bordelli, le discoteche e i club di scambisti continuano a rimanere chiusi.

Le polemiche sulle nuove regole

Già a fine maggio, il premier dello stato della Turingia Bodo Ramelow (di Die Linke/Sinistra) si era pronunciato a favore di una nuova strategia, secondo la quale non dovrebbero più esserci restrizioni sul Coronavirus, ma piuttosto regole locali che devono essere decise dai comuni. La proposta di Ramelow ha incontrato le critiche di chi temeva che l’improvviso rilassamento potesse portare a un aumento dei numeri. Dall’altra parte però è stata anche accolta con favore, con alcuni che sostengono che lo Stato ha mostrato pochissimi nuovi casi con l’allentamento delle restrizioni.

Leggi anche: Le esportazioni tedesche registrano il più grande calo dal 1950

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Turingia

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *