Germania, hotel sul mare vieta l’ingresso a obesi sopra i 130 kg

Un hotel sulla costa tedesca del Mare del Nord impedisce il soggiorno alle persone in sovrappeso. I gestori non vogliono rischiare una rottura degli eleganti mobili di design del resort.

Il Beachhotel Sahlenburg, nella città tedesca di Cuxhaven, spera di poter riaccogliere presto i suoi ospiti dopo la fine del blocco del Coronavirus. Tuttavia non proprio tutti sono i benvenuti. Infatti, il residence prevede una restrizione riguardante il peso corporeo. Se si desidera alloggiare in una delle sue stanze, è necessario avere un peso corporeo inferiore a 130 kg. L’operatrice dell’hotel Angelika Hargesheimer ha dichiarato che tale limite serve a proteggere gli eleganti mobili di design: “Sono molto delicati e non possono sopportare il peso di una persona con più di 130 kg.” ha spiegato. Ad esempio, le sedie hanno un design che le rende scomode per le persone con una corporatura più massiccia. Allo stesso tempo anche le docce risultano troppo piccole.

Non è da intendere come una restrizione discriminatoria

Tale restrizione sembra avere un’inclinazione discriminatoria e illegale. Tuttavia, Sebastian Bickerich, un esperto legale dell’ufficio federale antidiscriminazione, ha sostenuto, durante un’intervista con Bild, che si può parlare di discriminazione solo nel caso in cui gli ospiti hanno un grado di obesità talmente elevato che li rende persone disabili. “Solo se una persona obesa raggiunge la soglia di una disabilità esiste una protezione contro la discriminazione. Pertanto, dovrebbe essere difficile per le persone interessate intraprendere un’azione legale contro disposizioni come questa” ha detto Bickerich.

Leggi anche: I cinema open air di Berlino che hanno riaperto

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *