Germania, entro 3 settimane i Kinderbonus da 300 € ai genitori per il Covid

Il Kinderbonus verrà erogato in due parti, una a settembre e una a ottobre

Il Kinderbonus è un sussidio da parte del governo alle famiglie a reddito medio e basso con figli. La somma verrà accreditata in due parti sul conto corrente delle famiglie. La prima tranche di 200 Euro arriverà a partire dal 7 settembre, mentre la seconda è prevista per ottobre. Lo stimolo fiscale fa parte di una più ampia politica economica di sostegno al reddito e stimolo ai consumi. Il Kinderbonus costerà in totale 4.3 miliardi ed è volto a compensare le famiglie per il lavoro svolto quando gli asili e le scuole furono chiusi. La Ministra del lavoro Franziska Giffey (SPD) ha detto al giornale Funke Group di accogliere con favore il Kinderbonus.

La Germania ha attuato una politica fiscale da 1.1 trilioni di euro

La prima ondata della pandemia ha colpito duramente le economie europee. In Germania il PIL è crollato nel secondo trimestre del 10.1%. È la più grande contrazione economica da quando si registrano le serie storiche in Germania. Si pensi che nel 2009 al culmine della crisi finanziaria il PIL era sceso del “solo” 4.7%. Il governo ha quindi messo da parte il rigore di bilancio per avviare una poderosa politica fiscale da 1.1 trilioni di euro. Lo stimolo è volto a fornire garanzie sui prestiti, sussidi e aiuti per evitare licenziamenti sul lavoro. Il Kinderbonus fa parte di uno stimolo fiscale da 130 miliardi che si pone solo alla fine di questa imponente politica fiscale. Il ministro dell’economia Olaf Scholz ha commentato le misure dicendo che è necessaria grinta per uscire dalla recessione.

L’Europa ha sospeso il patto di stabilità e crescita ma il debito pubblico dell’Italia sta aumentando a dismisura

La crisi da Corona virus ha costretto le istituzioni europee a ripensare alcuni meccanismi di stabilità economica. Il patto di stabilità e crescita è stato sospeso e i paesi hanno attuato politiche fiscali che superassero il rapporto il 3% di deficit/PIL. Tuttavia un enorme debito pubblico come quello dell’Italia costringerà in futuro ad attuare politiche di austerity e maggiore tassazione per ripagare gli interessi. L’Europa si è sempre mostrata rigida riguardo il debito pubblico ma la crisi da Covid-19 è stata anche uno stimolo all’innovazione fiscale. A luglio è arrivato l’accordo sul Recovery fund, ovvero un pacchetto da 750 miliardi in parte non rimborsabili e in parte a prestito. Tuttavia i fondi del Recovery fund verranno ripartiti  solo nell’arco del triennio 2021-2023.  Nel frattempo quindi i paesi dovranno fare affidamento a risorse da reperire autonomamente.

Leggi anche: Berlino, il 50 % di attuali infetti da Covid è appena tornato da un viaggio

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *