Berlino, il 50 % di attuali infetti da Covid è appena tornato da un viaggio

Il 50% delle nuove infezioni a Berlino è causata dai turisti di rientro nel paese

Nelle ultime settimane Berlino, come tutta la Germania, ha assistito a un aumento costante di nuove infezioni da Covid-19. Si ritiene che questo sia per il 50% causato da turisti di ritorno dalle regioni con molti contagi. Il fenomeno è comune in tutta la Germania e il governo non ha perso tempo. Oltre a sconsigliare i viaggi nei luoghi considerati a rischio, come la Catalogna, ha imposto il tampone e possibile quarantena negli aeroporti. Il quartiere con più contagi è il Mitte  (1569), seguito da Neukölln (1291) e Charlottenburg-Wilmersdorf (1009). Oltre a essere zone centrali, fattore determinante per la diffusione è la presenza di luoghi di aggregazione notturna. Intanto prosegue la corsa al vaccino, l’unico fattore in grado di sconfiggere il Covid-19. La Russia ha annunciato di aver pronto il  il farmaco e ha deciso di chiamarla Sputnik, per dare alla corsa al vaccino un sapore da Guerra fredda.

I dati nazionali degli ultimi due giorni sono confortanti se paragonati alle infezioni medie

La Germania ha assistito a un aumento costante dei casi medi a partire dallo scorso 13 giugno. Il dato degli ultimi due giorni è tuttavia positivo. Ieri e l’altro ieri si sono registrati rispettivamente 519 e 702 nuove infezioni. Se consideriamo la media a 7 giorni, pari a circa 1.050,  i dati sono ben al di sotto di essa. Va tuttavia sottolineato che le nuove infezioni mostrano spesso alcuni schemi ricorrenti. A una settimana in cui si registra un aumento costante dei casi seguono due giorni di forte diminuzione degli stessi. Ci troviamo difronte ad un calo temporaneo o a un’inversione di trend? È ancora presto per dirlo. Il governo sta nel frattempo attuando numerose politiche di informazione e prevenzione del contagio per scongiurare una seconda ondata.

La Germania ha una percentuale di contagi per popolazione inferiore rispetto all’Italia, sebbene non sia stato fatto un Lockdown totale

La Germania ha gestito la prima ondata della pandemia in maniera ottimale. Oltre a registrare una bassa percentuale di contagiati rispetto alla popolazione totale, ha uno dei tassi di mortalità da Covid-19 più bassi al mondo. Da sottolineare inoltre come in Germania non sia stato imposto un lockdown totale come in Italia.  Eppure l’Italia ha un tasso di contagi per popolazione pari allo 0.42% mentre la Germania dello 0.27%.  Da poco in alcuni Land sono state riaperte le scuole. L’obbligo di mascherina resta per i luoghi comuni ma non durante le lezioni. La decisione ha destato qualche perplessità, soprattutto dopo che alcuni istituti sono stati nuovamente chiusi dopo la scoperta di alcuni contagi fra lo staff o gli studenti. In Italia è invece polemica per la riapertura a settembre. I presidi lamentano la mancanza di coordinamento del governo e le forniture anti contagio non ancora arrivate.

Leggi anche: Le scuole di Berlino che han appena chiuso per focolai di Covid

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter 

Immagine di copertina: screenshot da Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *