Germania, approvato nuovo mega pacchetto di aiuti da 10 miliardi per lavoratori e ristoranti

Alcuni lavoratori e ristoranti beneficiano delle nuove disposizioni d’aiuto predisposte dal governo tedesco: 10 miliardi di euro

Il governo tedesco ha presentato un pacchetto economico di 10 miliardi di euro per aiutare le imprese maggiormente colpite dal Covid-19. L’obiettivo è quello di pagare ulteriori sussidi di disoccupazione e fare nuovi tagli fiscali per aiutare le imprese maggiormente colpite dalla pandemia. Queste misure arrivano non a caso quando la più grande economia europea fa i primi passi verso la normalità. Da qualche giorno a molte attività e imprese è stata concessa la facoltà di riaprire. Secondo il Ministro della sanità Spahn la situazione infatti “è sotto controllo”. I nuovi aiuti economici si aggiungono ad un programma complessivo di sostegno all’economia tedesca di circa 1.100 miliardi di euro, che consiste principalmente in garanzie pubbliche per prestiti alle imprese, ma anche in sovvenzioni per piccole imprese e liberi professionisti. Il pacchetto finanziario è stato concordato mercoledì sera tardi. Secondo un documento di risoluzione, il governo federale deve introdurre ulteriori misure per attenuare le difficoltà sociali ed economiche e per sostenere la ricostruzione economica, dal momento che le restrizioni saranno allentate a piccoli passi.

Il sostegno ai lavoratori

Finora i lavoratori già in cassa integrazione (kurzarbeit) a causa della pandemia ricevevano il 60% del reddito netto perso se da soli, il 67% se con figli. Ciò significava che se una persona è stata messa in cassa integrazione al 100%, lo stato gli paga o il 60 o il 67% dello stipendio netto. Se è al 50% (lavora quindi metà delle ore concordate), lo Stato paga gli paga il 60 o 67% del 50% che non riceve. La nuova decisione del governo è di alzare la quota di integrazione a 70 e il 77% dello stipendio netto a partire dal quarto mese di cassa integrazione. Dal settimo mese, invece, le quote salgono a 80 e 87 %. Non solo: le persone già disoccupate vedranno i loro sussidi prolungati per altri tre mesi quest’anno.

Gli aiuti alla gastronomia

Il governo ha  annunciato che l’IVA sul settore della gastronomia, duramente colpita dalla chiusura di ristoranti e caffè, sarà ridotta dal 19 % al 7 % per un anno a partire dal 1° luglio. Ciò sarà valido sul cibo, ma non sulle bevande.

Aiuti alle famiglie

La chiusura delle scuole, seppur mitigata da una parziale riapertura, ha portato la didattica a riadattarsi. Il governo ha comunicato la volontà di  fornire un sostegno finanziario alle famiglie per l’acquisto di un computer per le lezioni online. Chi ne ha più bisogno può ricevere un rimborso fino a 150 euro.

Leggi anche: Berlino, riaprono musei e centri commerciali. Sì a gruppi autorizzati fino a 20 se all’aperto. Il nuovo regolamento

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *