Aiuti alla Deutsche Bahn, Germania accusata di non rispettare le regole UE

L’azienda fornitrice di trasporti FlixMobility presenta un reclamo alla Commissione Europea su una possibile distorsione dell’indice di guadagno di Deutsche Bahn

La Germania è stata accusata di aver fornito troppi aiuti di Stato alla più grande compagnia di trasporti europea. Questa denuncia è stata fatta da un’altra azienda fornitrice di trasporti, FlixMobility, la quale ha dichiarato che la Germania sta ritardando la richiesta di un investimento di 5 miliardi di euro per aumentare il capitale di Detusche Bahn, questo ritardo sarebbe dovuto alla paura della Germania di violare le norme sugli aiuti forniti da uno Stato. In contemporanea a ciò la Germania starebbe innalzando il massimo del debito per Deutsche Bahn, permettendogli così di guadagnare più titoli bond suscitando gli interessi degli investitori. Effettivamente lo scorso mercoledì il Bundestag aveva approvato un innalzamento del debito massimo di Deutsche Bahn fino a 32 miliardi di euro e starebbe programmando di innalzarlo ulteriormente a 35 miliardi l’anno prossimo in preparazione delle future perdite della compagnia. FlixMobility, una delle altre grandi compagnie di trasporti che copre un’ampia rete sia in Europa che negli Stati Uniti, afferma che innalzare il debito massimo della Deutsche Bahn offre all’azienda tedesca un ingiusto vantaggio nei confronti dei concorrenti e richiede alla Commissione Europea di verificare che gli aiuti forniti alle aziende da parte degli Stati non interferiscano con il mercato. André Schwämmlein, fondatore e presidente di FlixMobility, ha dichiarato di non voler bloccare completamente gli aiuti di Stato verso le aziende, ma richiede che sia garantita una competizione equa sul mercato in modo che tutte le aziende del settore ne possano trarre vantaggio. Stando alle affermazioni degli esperti del settore, la Commissione Europea deve aspettare la richiesta della Germania prima di effettuare una valutazione.

La situazione attuale di Deutsche Bahn

«Le accuse sono infondate e semplicemente inaccurate, parzialmente perché questa lamentela sta paragonando le mele alle arance. Basandoci sui fatti attendiamo con calma di affrontare la discussione», è stata la replica dell’azienda di trasporti tedesca. In realtà anche la Commissione dei Monopoli tedesca ha espresso i propri dubbi su questo innalzamento del debito, richiedendo diverse misure per garantire una competizione equa. C’è anche da dire che già quest’anno erano stati effettuati dei controlli sull’azienda quando diverse agenzie di viaggio online l’avevano accusata di non condividere i suoi dati in real-time. Nonostante la grave crisi economica causata dal Coronavirus quest’anno la Deutsche Bahn ha assunto 5.000 persone, di cui 4.700 sono dipendenti con un’esperienza al di sotto dei 2-3 anni, stabilendo un record nel 2020. Al fine di rafforzare ed espandere ulteriormente le ferrovie Deutsche Bahn ha dichiarato di voler proseguire con il programma di assunzione e formazione anche nel 2021. Almeno 18.000 promesse di lavoro sono state concordate con EVG in particolare in lavori specifici all’interno del personale ferroviario o della manutenzione. I cinque maggiori gruppi professionali in cui sono state fatte assunzioni sono: la manutenzione di veicoli ferroviari (3.200), macchinisti (2.100), servizio ferroviario (2.000), ingegneri (1.700) ed esperti IT (1.200).

I piani futuri

Recentemente Deutsche Bahn ha annunciato di stare lavorando sullo sviluppo di treni a idrogeno nel tentativo di sostituire i treni che ancora viaggiano alimentati con motori diesel. La comunicazione è giunta tramite CNBC, Deutsche Bahn collaborerà con Siemens Mobility su un nuovo treno denominato “Mireo Plus H“, il quale funzionerà tramite celle a combustibile a idrogeno e batterie agli ioni di litio. Mireo Plus H sarà composto da due vagoni e viaggerà su un percorso di 600km, raggiungendo le 100 mph di velocità (circa 161 km/h). Deutsche Bahn ritiene che la sola unità sperimentale permetterà di impedire che entrino nell’atmosfera circa 330 tonnellate di anidride carbonica. Sono anche in programma infrastrutture specifiche per la gestione e la manutenzione di questo treno.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Foto: © Treno Deutsche Bahn -Portraitor – Pixabay – CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *