14mila € a inquilini a Kreuzberg grazie alla retroattività del tetto per gli affitti di Berlino

Affitti troppo cari: due studenti a Berlino hanno ricevuto un rimborso di 14.000 euro

In molte città della Germania ogni anno aumentano gli affitti degli appartamenti in maniera considerevole e ci sono continue discussioni sulla questioni degli affitti troppo cari. Due studenti che condividono un appartamento a Kreuzberg hanno pagato 1400 euro di affitto, escluse le spese del riscaldamento. Di conseguenza i due residenti hanno fatto analizzare dal portale online “Wenigermiete.de” se il loro affitto fosse adeguato. In effetti, si è scoperto che l’affittuario non segue le leggi per i tetti degli affitti, in vigore sin dal 2015.  In seguito, il portale online ha intrapreso un’azione legale. Il processo si è concluso dopo ben due anni e il giudice ha deciso che il locatore deve un rimborso di 14.000 euro perché non ha ancora rispettato il freno all’affitto. Oltre al rimborso di 14.000 euro, il locatore si è assunto il 90% delle spese legali. In cambio del servizio effettuato dal portale online, gli studenti devono consegnare una somma pari a 4 volte i loro risparmi mensili, quindi una quota totale di 2800 euro. Infine, il portale ha concordato con il proprietario dell’appartamento che in futuro l’affitto sarebbe stato pari a 700 euro, escluse le spese del riscaldamento.

Come utilizzare la piattaforma per controllare se l’affitto è adeguato

Da dicembre 2016 è attiva la Startup di Berlino “Legalfox”, che gestisce il portale online “Wenigermiet.de”. Gli inquilini possono verificare online se pagano un affitto troppo alto. Per scoprirlo è necessario compilare alcuni dati, tra cui il periodo di ingresso nell’appartamento, le dimensioni dell’abitazione e infine, ovviamente, la quota dell’ affitto. Queste informazioni vengono poi confrontate automaticamente con gli affitti locali e si verifica se il locatore rispetta il freno all’affitto.

Come agire nel caso in cui l’affitto risulti troppo alto

In caso contrario, è possibile incaricare il portale online di intraprendere un’azione legale contro il locatore. In cambio, in caso di successo del processo, il portale applica una tassa. Questa tariffa è sempre fissata a quattro volte il risparmio mensile dei clienti che il sito online è riuscito ad ottenere. Le start-up con tali modelli di business si chiamano Legaltechs, che sono ora disponibili anche per i rimborsi in caso di ritardo del treno o del volo.

Leggi anche: Angela Merkel vuole tornare in vacanza a Ischia

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *