La Germania rischia di reintrodurre il lockdown in alcune cittadine

Diverse città tedesche tornano ad imporre delle restrizioni in seguito all’aumento di casi di Coronavirus

Venerdì scorso, le autorità locali di alcune città tedesche hanno dichiarato che, dopo aver registrato una nuova ondata di contagi del Covid19, vorrebbero reintrodurre alcune misure restrittive. Pochi giorni prima, la Cancelliera Angela Merkel aveva annunciato la graduale riapertura del paese.

La decisione adesso spetta ai 16 Länder tedeschi

Si tratta della prima battuta d’arresto da quando lo scorso mercoledì la Merkel aveva comunicato pubblicamente un rallentamento del tasso di infezione in Germania ed un tasso di mortalità relativamente basso.  Il Paese ha superato la “prima fase della pandemia” ed è previsto un piano per tornare cautamente alla normalità. La decisione di allentare le restrizioni è però nelle mani dei 16 stati federali tedeschi. I vari Land adotteranno nuove misure se il numero di nuovi casi sarà di più di 50 casi ogni 100.000 persone, nell’arco di sette giorni.

Cosa è accaduto nella Renania Settentrionale

Nel Land più popoloso della Germania, la Renania Settentrionale-Westfalia, il governo regionale ha già annunciato che c’è stato un picco di casi in un macello nel distretto di Coesfeld. Qui, oltre 150 dei 1.200 dipendenti sono risultati positivi al virus. I funzionari locali hanno detto che l’epidemia ha fatto sì che il distretto fosse costretto a posticipare di una settimana la riapertura di alcuni locali. Dall’11 maggio avrebbero dovuto riapire infatti ristoranti, luoghi turistici, palestre e negozi più grandi, mentre i residenti avrebbero dovuto continuare a limitare i loro contatti sociali. Il ministro della salute del Land, Karl-Josef Laumann, ha annunciato che a Coesfeld, il numero di persone colpite dal virus ha spinto il tasso di infezione fino a “61 ogni 100.000 residenti”. Il politico ha pertanto ordinato la chiusura temporanea del macello. Inoltre, i dipendenti di tutti gli impianti di lavorazione della carne dello stato saranno sottoposti al test per il nuovo Coronavirus.

La situazione si è aggravata anche in altre località tedesche

Anche nello stato settentrionale dello Schleswig-Holstein, è stato scoperto un focolaio in un macello, che ha spinto il distretto di Steinburg oltre la soglia di infezione. Nel Land orientale della Turingia, il distretto di Greiz ha registrato nell’ultima settimana più di 80 infezioni ogni 100.000 persone. Le persone più colpite sono soprattutto i residenti e i dipendenti di sei case di cura e di un ospedale geriatrico. Il governo della Turingia prevede infatti di riunirsi all’inizio della prossima settimana per decidere come procedere con l’allentamento delle misure nella zona rossa.”Per essere chiari: non metteremo l’intero distretto in quarantena”, ha detto Martina Schweinsburg, l’amministratrice capo del distretto di Greiz. La Schweinsburg ha sottolineato che solo due piccole città sono state particolarmente colpite. La Germania ha registrato finora 167.300 casi di coronavirus a livello nazionale e 7.266 morti, secondo quanto annunciato venerdì l’Istituto Robert Koch per la salute pubblica.

 

Leggi anche: La Merkel promette 525 milioni di euro per il vaccino

 

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Immagine di copertina:  Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *