Felix Haus, Facebook, https://www.facebook.com/Felix.Nussbaum.Haus/photos/a.333604885909/333638185909/?type=3&theater

In Germania c’è un “museo senza uscita”, l’ha progettato Libeskind e vale davvero la pena entrarci

200 opere raccontano la vita di Felix Nussbaum

A Osnabrück, in Bassa Sassonia, si trova la Felix Nussbaum Haus, museo d’arte progettato da Daniel Libeskind e dedicato al pittore surrealista ebreo-tedesco Felix Nussbaum, ucciso ad Auschwitz nel 1944. Oltre a mostre temporanee ed eventi sul tema del razzismo e dell’intolleranza, espone più di 200 opere dell’artista appartenenti al periodo ante e post guerra. La Felix Nussbaum Haus viene anche chiamata “Museo senza uscita”, ma tranquilli: una via d’uscita ce l’ha. Un corridoio, infatti, conduce alle due sale espositive di dimensione rettangolare, messe in discussione da interpolazioni che conferiscono all’ambiente un carattere labirintico.

[adrotate banner=”34″]

La storia di Felix Nussbaum

Felix Nussbaum nacque nel 1904 da una famiglia borghese di origine ebraica. Nel 1933, con l’ascesa al potere del nazismo, fuggì prima in Italia e poi in Belgio. Non avendo ottenuto la cittadinanza belga, fu arrestato all’inizio della seconda guerra mondiale e deportato in un campo di concentramento a sud della Francia. Riuscì a fuggire, in seguito, a Bruxelles dove si nascose per quattro anni. Tuttavia, a causa della denuncia di un vicino, venne arrestato nel 1944. Fu deportato ad Auschwitz e morì nello stesso anno, ucciso in una camera a gas. Per molto tempo dimenticate, le sue opere furono riscoperte negli anni ’70. Solo in seguito Daniel Libeskind progettò un museo a suo nome, oggi contenente circa 200 dei suoi dipinti.

https://www.instagram.com/p/BtJ8ZZSFJmP/

La Felix Nussbaum Haus

All’interno del Museo di Storia Culturale di Osnabrück, il Kulturgeschichtliches Museum, è stato proposto di costruire una sezione dedicata a Nussbaum. A seguito di un concorso, la progettazione venne affidata a Libeskind e oggi il nuovo edificio risulta essere un’estensione dello stabile originario. È proprio in quel periodo che Libeskind cerca di allontanarsi dagli schemi più convenzionali dell’architettura, per sperimentare, invece, un nuovo linguaggio progettuale libero da costrizioni. L’edificio riflette il trascorso di Nussbaum attraverso un insieme di geometrie frammentate e di spazi claustrofobici. Le opere contenute all’interno del museo sono più di 200, suddivise nelle due ale, collegate tra loro tramite un corridoio in calcestruzzo. In una prima area sono esposte le opere del periodo anteguerra, principalmente di stampo surrealista ed espressionista. Nella seconda, invece, sono presentati i lavori eseguiti durante la persecuzione nazista, fino a poco prima della deportazione ad Auschwitz.

Felix Nussbaum Haus

Lotter Straße 2 – Osnabrück, Niedersachsen, Germany

Orari di apertura:

da martedì a venerdì, dalle 11:00 alle 18:00

sabato e domenica, dalle 10:00 alle 18:00

Leggi anche: La storia della misteriosa morte di Sindelar, un fuoriclasse ebreo durante il Nazismo

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: © Felix Nussbaum Haus, Facebook.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *