Vanessa Beecroft

Body Performance, la mostra sul rapporto tra corpi e fotografia

Body Performance, una mostra fotografica che per la prima volta unisce scatti fotografici che hanno come focus il corpo umano

Body Performance è una mostra che porta in scena le performance del corpo umano come forme artistiche. Nelle immagini rappresentate si vedono diversi soggetti fotografici che si mostrano, a seconda della propria improvvisazione, diversamente di fronte l’obbiettivo. Ne deriva che la relazione tra il tipo di performance del corpo umano e lo scatto è particolarmente stretta e che alle diverse esecuzioni corrispondono svariati tipi di scatti fotografici. Gli scatti presenti dal 30 novembre all’Helmut Newton Foundation appartengono a fotografi internazionali come Helmut Newton, Vanessa Beecroft, Yang Fudong, Vivane Sassen e molti altri che pongono particolare attenzione al corpo umano e la sua relazione con le performance. La mostra sarà aperta al pubblico fino a maggio 2020.

 

Action art e corpo umano

Le azioni del corpo umano in queste foto diventano body performance consce o inconsce, casuali o meno, studiate o fotografate accidentalmente. Con il proprio focus sul corpo umano, le immagini documentano le diverse espressioni del corpo e la stretta relazione tra fotografia e performance. Questa simbiosi esiste da diverso tempo, a cominciare dalle performance dadaiste e surrealiste fino alle installazioni di nudo di arte contemporanea. La visione della mostra fa quindi riflettere lo spettatore su come noi stessi siamo percepiti dagli altri e\o da noi stessi, mettendo in scena giochi di ruolo e trasformazioni fisiche come prospettive fotografiche contemporanee basate su diversi aspetti visivi del corpo e del movimento.

Tra i 13 artisti internazionali c’è anche l’italiana Vanessa Beecroft

Opere relativamente sconosciute di Helmut Newton sono fotografie che ha scattato ai ballerini del Balletto di Monte Carlo nel gli anni 80 del Novecento. Invece di rappresentare i soggetti nel mondo più tradizionale sul palcoscenico, li ha immortalati nelle strade di Monaco, sui gradini di un famoso casinò, vicino all’uscita di emergenza del teatro, nelle case e nei camerini. Newton ha così apportato una novità alla sua tradizionale carriera artistica, dove solitamente la preparazione allo scatto prende più tempo dello scatto stesso. Tra gli artisti  della mostra Body Performance c’è anche l’italiana Vanessa Beecroft che ritrae donne nude e\o vestite in diversi contesti che si intersecano con le opere principali e più celebri di Helmut Newton nell’Helmut Newton Foundation. Infine, particolarmente interessanti sono gli scatti di Erwin Wurm che ha fotografato persone a cui ha chiesto di posare davanti alla camera interagendo con oggetti creando pose curiose e assurde da mantenere per circa un minuto, in una collezione intitolata One Minute Sculptures.

Body Performance

Helmut Newton Foundation

Dal 30 novembre al 10 maggio

Orario d’apertura: Martedì–Sabato 11 am – 7 pm, giovedì 11 am – 8 pm

Biglietto a partire da 10 €, ridotto 5 €

Evento Facebook

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Leggi anche: Marcel Marceau: il mimo francese che salvò 70 bambini ebrei dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *