Un’italiana in Germania ha scritto un libro sull’importanza del servizio in ogni settore

Si intitola Mehr Dolce Vita im Service, Più Dolce Vita nel servizio, ed è il libro d’esordio di Angela Monteleone, calabrese di Chiaravalle, provincia di Catanzaro

Angela Monteleone, nel 1994, a soli 7 anni, si è trasferita con tutta la famiglia a Fürth, vicino a Francoforte sul Meno. Da lì è cominciata la sua vita da italiana in Germania che l’ha portata oggigiorno a una gelateria a  Heppenheim (Assia) ed essere la madre di due bambini. «Quando mi chiedono perché ho scritto un libro, la risposta è sempre abbastanza banale: mi piace raccontare e mi piace scrivere. Lo stesso vale per la domanda sulla scelta dell’argomento, adoro anche quello: L’amore per le persone e il servizio».

Mehr Dolce Vita im Service, il libro

Mehr Dolce Vita im Service è composto da 216 pagine divise in 23 capitoli. Per ora ne esiste solo una versione in tedesco. «Dentro vi si si trovano storie che clienti mi hanno raccontato e che ho vissuto in prima persona come professionista, e anche varie riflessioni. Il servizio è un argomento importante e profondo l’argomento, ci permette di riflettere e definire il “come”, abbandonando la domanda fissa sul “cosa”. Ciò che funziona in gelateria si può trasferire in tantissimi altri settori. Come propongo il mio prodotto? Come posso migliorare l’esperienza che fa il mio cliente? Offrire un servizio magistrale è un lavoro infinito.   Nel capitolo: Wenn du liebst: Zeige es mir. Sag es mir.” ad esempio, si trovano risposte al “come” comunicare con tatto. Nel libro si parla anche di “Souveränität”, l’arte di saper servire gli altri che non può essere una finzione. Con servizio intendo anche di perfezione, di clienti complessi e di come gustare momenti piacevoli. È fondamentale amare e voler bene a tutti, sono seria proprio tutti! . Come rendere felice il cliente? Questa è la domanda da mettere sempre in primo piano, perché alla fin della fiera è questo ciò che conta! Nella nostra diversità abbiamo tutti in comune principi semplici come la condivisione dei piaceri della vita. Ma se sono semplici, perché scrivere un libro? A questo rispondo nel capitolo: Einfach ist nicht kompliziert, facendo collegamento a un piatto di spaghetti italiano per eccellenza. Offrire un servizio con passione e amore è dolce vita anche per chi lo offre. Questo è il messaggio che vorrei gridare ad alta voce.  Come migliorare il rapporto con i clienti e viceversa. È la mia gelateria che mi permette di imparare cosa vuol dire avere clienti fissi e come migliorare ogni giorno il mio atteggiamento verso di loro»

Angela Monteleone, la sua italianità e come ricevere il libro

«Sono molto fiera di combinare le mie radici italiane. Durante la stesura di questo libro sono stata ispirata da Gianna Nannini e Eros Ramazzotti  Se siete curiosi anche di sapere come mia madre e mia nonna mi hanno ispirato o di sapere cosa possiamo apprendere dalla Latte Art, o ancora cosa ci insegna un ristoratore offrendo Leberwurst come antipasto italiano, vi invito a leggerlo. Spero di toccare tanti cuori. Si, sono una romanticona!. Per ricevere informazioni e prenotazioni, potete scrivermi a: angela.monteleone@gmx.de. Sono sempre contenta di ricevere messaggi. Grazie al mondo digitale oggi metterci personalità, faccia e cuore vale il doppio, minimo il doppio! Più Dolce Vita per tutti!».

Leggi anche «Arrivata a Berlino dalla Calabria a 7 anni nel 1996, vi racconto come è stata la mia vita e perché dico Grazie Germania»

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Photo Cover:  ©Kaiser Schäfer Fotoworks – Cortesia di Angela Monteleone

2 commenti
  1. Paolo
    Paolo dice:

    Hi!.Die uberseztung ist nicht ganz gut. In italienish wir sagen “servizio MAGISTRALE”, aber “MAESTRALE” bei uns ist ein Wind. Chuss

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *