La Germania si ritira dall’Afghanistan e rimpatria anche 22.500 litri di birra per i militari

La Germania ha annunciato che porterà a casa più di 22.500 litri di birra dall’Afghanistan, mentre le forze della Nato si preparano a ritirarsi

I comandanti avevano recentemente vietato ai soldati di bere in mezzo alla crescente violenza in Afghanistan in vista del ritiro. Le forze locali non erano in grado di vendere l’alcol a causa delle differenze religiose e culturali in Afghanistan. Un appaltatore civile per rimpatriare le bevande è stato trovato lunedì, secondo una portavoce del Ministero della difesa. In aprile, il presidente americano Joe Biden ha annunciato che tutte le sue forze si sarebbero ritirate dall’Afghanistan l’11 settembre 2021. Gli alleati della Nato hanno presto annunciato che avrebbero seguito l’esempio. Da allora c’è stata un’impennata di violenza in tutto il paese. Il governo, gli Stati Uniti e la NATO incolpano i Talebani, un movimento islamista di linea dura, che finora non ha mantenuto gli impegni di ridurre la violenza – un’accusa che il gruppo nega.

Come verrà riportato l’alcool in Patria?

Der Spiegel ha riferito per la prima volta venerdì che le truppe tedesche avevano un enorme surplus di alcol nelle loro basi nel paese. Ai soldati tedeschi sono normalmente concesse due lattine di birra al giorno, o una misura equivalente di altri alcolici. Più di 60.000 lattine di birra e centinaia di bottiglie di vino e champagne sono a Camp Marmal vicino a Mazar-i-Sharif nel nord dell’Afghanistan, ha riferito il giornale. La portavoce Christina Routsi ha annunciato lunedì che l’appaltatore li riporterà in Germania prima che le ultime truppe tedesche se ne vadano. La Germania ha più di 1.100 truppe ancora in Afghanistan. Circa 59 dei suoi soldati sono morti nel paese dall’inizio del conflitto.

La Bundeswehr deve riportare oltre alla birra anche vino e spumante

Durante il ritiro delle truppe dall’Afghanistan, la Bundeswehr dovrà probabilmente far tornare in Germania decine di migliaia di lattine di birra e casse di vino e spumante. I logisti delle truppe avevano già caricato 29 casse con quasi 65.000 lattine di birra e Radler e 340 bottiglie di vino e spumante nei giorni scorsi. Secondo il rapporto, le scorte rimanenti non possono più essere esaurite, poiché il comandante Ansgar Meyer ha imposto un divieto generale di alcol per i soldati tedeschi a causa della situazione di minaccia durante la fase finale del ritiro. Per ragioni legali e religiose, è anche fuori questione vendere l’alcol o darlo all’esercito locale, secondo il Comando delle operazioni. I circa 22.500 litri di birra, vino e spumante dovrebbero quindi essere riportati in Germania con uno degli aerei cargo Antonov. Una decisione in merito dovrebbe essere presa nei prossimi giorni. La Bundeswehr sta lasciando l’Afghanistan nel corso del ritiro delle truppe NATO. Questo segna la fine del più grande e costoso schieramento nella storia della Bundeswehr. Nel quadro della missione NATO “Resolute Support”, le truppe tedesche sono il secondo contingente più grande dopo gli Stati Uniti.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *