La Germania invia aerei militari in Afghanistan per l’evacuazione

La Germania invia aiuti militari a Kabul: aerei militari in volo verso l’Afghanistan per l’operazione di salvataggio

A seguito della presa di Kabul da parte dei talebani e in particolare del palazzo presidenziale, la capitale afghana è piombata nel caos assoluto, con migliaia di diplomatici e civili in fuga. La Germania ha reagito in modo tempestivo. Non appena giunta la notizia della conquista di Kabul da parte delle milizie talebane, la Germania ha deciso di inviare un contingente di aerei militari in Afghanistan per facilitare l’evacuazione dei tedeschi e del personale di supporto afghano. Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha dichiarato che gli aerei della Bundeswehr sono stati messi a disposizione per facilitare l’operazione di messa in salvo: le persone evacuate saranno portate in un paese vicino dove poi potranno usufruire di aerei passeggeri per il ritorno in Germania. Già domenica sera sarebbero partiti i primi contingenti.

La Germania pronta all’azione

Maas ha inoltre dichiarato che la sicurezza del personale dell’ambasciata è fondamentale. L’ambasciata tedesca, infatti, si era già spostata dal centro cittadino in una zona dell’aeroporto di Kabul, dove rimarrà almeno per i prossimi giorni in modo da continuare a supportare le evacuazioni. Il ministro della Difesa Annegret Kramp-Karrenbauer ha dichiarato che per ora avranno priorità coloro che sono maggiormente in pericolo. Intanto, la NATO ha bloccato i voli commerciali in entrata e in uscita all’aeroporto di Kabul, mentre continueranno i voli militari, compresi quelli di evacuazione. Sono di oggi le immagini terrificanti che ritraggono moltissimi civili nel tentativo disperato di salire sugli aerei a terra.

L’intervento della cancelliera Merkel

Infine, è intervenuta anche la cancelliera Angela Merkel ricordando come la situazione afghana sia un fallimento anche per le politiche di conciliazione internazionale. «Stiamo vivendo ore amare» dice «Ma ora dobbiamo concentrarci sul salvataggio».

 

Leggi anche: L’erede di Merkel ha timore di una nuova guerra fredda. Stavolta però con la Cina

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Immagine di copertina: Jet da combattimento di Defence-Imagery, da Pixabay, CC0.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *