La Germania ha iniziato il recupero di una canoa di 4mila anni nel lago di Costanza

È la più antica imbarcazione finora scoperta nel lago ed è in ottime condizioni. Ma ci vorranno settimane per riportarla in superficie

È iniziato il recupero della canoa preistorica ritrovata in fondo al lago di Costanza, nel sud della Germania. Il relitto è ben conservato e si ritiene risalga al 2.300 a.C. La sua storia potrebbe portare alla luce nuovi dettagli sulle popolazioni che abitarono le rive del lago nella prima età del bronzo. Si tratta di una scoperta eccezionale su cui, non a caso, sono ora direzionati i riflettori dei maggiori media tedeschi e internazionali.

“Una delle imbarcazioni preistoriche meglio conservate mai trovate”

Il relitto, lungo otto metri, è stato avvistato per la prima volta nell’autunno del 2018. Dalle prime ispezioni, si stima che risalga al 2.300 a.C.: è la più antica imbarcazione fino ad ora scoperta nel lago di Costanza. Ed è anche in ottimo stato: “Questa canoa è una delle imbarcazioni preistoriche meglio conservate mai trovate“, ha detto il Ministro dell’Economia del Baden-Württemberg. L’obiettivo ora è recuperare il relitto dal fondo del lago, ma non sarà un’impresa semplice: a causa della qualità del legno, dovrà essere riportato in superficie in più pezzi. “Il legno di tiglio è troppo fragile e troppo morbido”, ha infatti spiegato il Presidente del distretto di Stoccarda, Wolfgang Reimer. Le operazioni di recupero potrebbero perciò richiedere diverse settimane.

La vita sulle rive del lago, 4mila anni fa

Una volta riportata in superficie, la canoa sarà affidata all’Ufficio di Stato per la Conservazione dei Monumenti Storici. I ricercatori sperano che dallo studio di questa imbarcazione preistorica possano emergere nuove importanti informazioni sulla società lacustre di 4mila anni fa. Grazie a questa scoperta, ha infatti sottolineato Reimer, sarà possibile documentare l’utilizzo del lago come via navigabile e zona di pesca nella prima età del bronzo.

Il lago di Costanza è un importante sito archeologico: finora sono stati riportati alla luce i resti di oltre 70 villaggi di palafitte, che cacciatori e pescatori dell’età della pietra e del bronzo costruirono sulle rive del lago. Per questi insediamenti lacustri la canoa costituiva il mezzo principale per il trasporto di merci e persone, oltre che per la pesca. “Con una canoa si potevano coprire facilmente lunghe distanze”, ha spiegato la ricercatrice Julia Goldhammer. “C’erano molte più foreste e brughiere, oltre che nessuna strada, quindi l’acqua era la scelta più ovvia”. Il suo collega Heiner Schwarzberg è certo che in fondo al lago ci siano molti altri relitti, anche ben conservati. Il lago di Costanza è un ambiente ideale per preservarli, ha spiegato Schwarzberg, dato che rimangono coperti dal limo e al riparo dagli agenti atmosferici.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter
XMA Header Image
Corsi di tedesco a Berlino: intensivi, serali e private o su Zoom: il calendario di Berlino Schule – BerlinoSchule
berlinoschule.com

Immagine di copertina © Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *