“L’inattesa”: una delle migliori biografie su Angela Merkel scritta dalla giornalista di Repubblica Tonia Mastrobuoni

La giornalista Tonia Mastrobuoni è l’autrice de L’inattesa, monografia in cui racconta la vita dell’ ex Cancelliera Angela Merkel e il percorso che l’ha portata a diventare la donna più potente del mondo

L’inattesa è stato pubblicato il 5 ottobre per la collana Strade Blu di Mondadori, pochi giorni dopo le elezioni federali del 26 settembre – le prime, dopo 16 anni, senza Angela Merkel come candidata – che hanno visto una risicata vittoria dei socialdemocratici dell’Spd contro l’Union, la coalizione dell’ormai ex Cancelliera. Autrice della monografia è Tonia Mastrobuoni, da anni inviata de La Repubblica nella capitale tedesca. La giornalista parte dall’infanzia di Angela Merkel – nata nella Germania Ovest ma cresciuta nell’Est – passando per la sua scalata al potere – in un panorama politico machista dominato da soli uomini –  fino ad arrivare a raccontare dei suoi 16 anni passati alla guida della Nazione.

Copertina de 'L'inattesa' di Tonia Mastrobuoni

Copertina de ‘L’inattesa’ di Tonia Mastrobuoni

Angela Merkel: “l’inattesa” ragazza dell’Est che ha risollevato e guidato la Germania per 16 anni

Capita poche volte di leggere una monografia dedicata a una personalità politica – soprattutto contemporanea – senza, a volte, sbadigliare durante la lettura. Non è sicuramente il caso de L’inattesa. Mastrobuoni riesce a delineare perfettamente la vita e le principali imprese politiche della Cancelliera dando al libro un ritmo che, alle volte, tiene col fiato sospeso anche se già tutti sappiamo come i fatti vadano a finire. L’abilità dell’autrice non sta tanto nel ricostruire perfettamente – con l’ausilio di numerose fonti – i fatti politici che hanno più caratterizzato l’attività politica di Angela Merkel ma è quella di restituire anche il percorso ‘emotivo’ che ha portato una scienziata cresciuta nella Germania Est a diventare la donna più potente del mondo, deus ex machina della rinascita di un’intera Nazione. Un’abilità narrativa data anche dal fatto che, se delle imprese pubbliche di Merkel sappiamo tutto, molto poco sappiamo della sua sfera privata ‘blindata’ dalla stessa Cancelliera e protetta dai suoi collaboratori ma che Mastrobuoni riesce comunque a dipingere perfettamente raccogliendo varie testimonianze e riuscendo a costruire una narrazione avvincente.

Angela Merkel Vladimir Putin - L'inattesa © Kremlin.ru da Wikimedia CC4.0 https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Vladimir_Putin_and_Angela_Merkel_May_2015.jpg

Angela Merkel e Vladimir Putin © Kremlin.ru da Wikimedia CC4.0

Si parte con l’infanzia della Cancelliera – figlia di un pastore protestante e di un’insegnante – nata ad Amburgo (allora nella Germania Ovest) ma trasferitasi ben presto con la famiglia in una cittadina nella DDR. Crescerà circondata dalle spie della Stasi in un clima di paura e paranoia – testimone della costruzione del Muro che divise la Germania per anni – un aspetto che formerà le peculiarità del suo carattere e del suo modus operandi in politica.  Con una scrittura agile e scorrevole Mastrobuoni delinea la sua ascesa politica all’interno della Cdu – il partito cristiano democratico di centro destra tedesco – gli sforzi e le tattiche politiche con cui riuscì a imporsi alla guida di un sistema che era quasi completamente dominato da uomini. L’autrice ci presenta, all’inizio, un’Angela Merkel lontana dalla figura della donna leader che conosciamo descrivendo le (frequenti) crisi di pianto – anche in pubblico – che hanno caratterizzato i suoi inizi nell’agone politico. Un’emotività che verrà presto sostituita da un modo di agire duro e strategico, un aspetto del suo carattere che l’opinione pubblica ma anche i colleghi di partito e, soprattutto, i suoi avversari, ebbero l’occasione di conoscere molto bene quando divenne Cancelliera. Ne L’inattesa l’autrice presenta, infatti, con dovizie di particolari, i rapporti – a volte difficili e caratterizzati da incomprensioni o da veri e propri scontri – con gli altri capi di Stato come Vladimir Putin o l’ex Presidente francese Nicolas Sarkozy oltre che con i compagni di partito. Questi ultimi sempre pronti a tradirla e a sottrargli il potere.

Sono episodi funzionali a tratteggiare il ritratto e l’evoluzione caratteriale della Cancelliera, una donna che ha dovuto lottare per imporsi e combattere contro una cultura politica testosteronica, ‘aiutata’, come leggiamo nel libro, da altre donne che sono state fondamentali durante la sua carriera politica come la fidatissima Beate Baumann. Ne L’inattesa viene raccontato il percorso di una donna che, a causa dei suoi atteggiamenti e del suo modo di porsi, è stata appellata con svariati soprannomi, ironici e sarcastici,  come ‘regina di ghiaccio’ o Merkiavelli. Epiteti dati non tanto per alcune decisioni prese – che possono sicuramente essere discutibili o meno – ma, soprattutto, in base al suo sesso perchè – come ha dichiarato la stessa Cancelliera – “Quando gli uomini avanzano tutti lo ritengono il naturale corso delle cose. Ma quando è una donna ad affermarsi in politica, la sua strada è lastricata di uomini assassinati”.

L'inattesa - Angela Merkel insieme ai leader del G7 ©首相官邸ホームページ da Wikipedia CC4.0 https://commons.wikimedia.org/wiki/File:G7_leaders_signing_statement_against_Terrorism_at_the_2017_Taormina_Summit.jpg

Angela Merkel insieme ai leader del G7 ©首相官邸ホームページ da Wikipedia CC4.0

Chi è Tonia Mastrobuoni autrice de L’inattesa

Tonia Mastrobuoni è nata a Bruxelles nel 1971 ma è cresciuta a Roma. Dal 2015 è la corrispondente a Berlino del quotidiano italiano La Repubblica. Collabora inoltre con Il Riformista e Radio Radicale. Nel 2018 ha vinto il Premiolino, uno dei più importanti premi giornalistici italiani, assegnato ogni anno ai giornalisti che si sono distinti per il loro contributo alla libertà di stampa.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Immagine di copertina: Angela Merkel – L’inattesa da Pixabay ©MIH83 da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *