Padre e figlio https://www.flickr.com/photos/83394598@N00/338893755/ Copyright:Flickr CC BY 2.0

In Germania sempre più uomini sfruttano il congedo di paternità

Il numero di padri che usufruiscono del congedo di paternità è aumentato sensibilmente dallo scorso anno. D’altro canto la percentuale di persone che ricevono il bonus statale è diminuita

Il totale di padri che ricevono il congedo di paternità ammonta ad un quarto del totale dei potenziali beneficiari. Se nel 2015 la percentuale di uomini che riceveva il congedo di paternità era del 20.9%, nel 2020 è avvenuto un sostanziale aumento arrivando a oscillare tra il 24.4 e il 24.8%. L’incremento, secondo un’indagine condotta dall’Ufficio di Statistica Federale, è dovuto alla sempre maggiore richiesta di ferie e permessi dal lavoro per badare ai figli. Numeri a parte, il congedo parentale fa parte di una serie di riforme promosse dal governo tedesco che danno la possibilità ai genitori di gestire al meglio il lavoro e la cura dei propri bambini. Inoltre, grazie all’assegno familiare “Elterngeld Plus”, i genitori possono continuare ad usufruire del congedo pur lavorando. Al momento si tratta di 30 ore settimanali, per il futuro si pensa possano diventare 32.

La Sassonia detiene la percentuale più elevata di uomini che ricevono il congedo

La quota di beneficiari del congedo non è uniforme lungo tutto il territorio tedesco. In base alla Destatis ci sarebbero sostanziali differenze tra uno stato e l’altro. In prima posizione c’è appunto la Sassonia con il 30%, seguono a parità la Baviera e Berlino con il 27.2%. Successivamente Brema con il 20.75% e il Saarland con il 19.1%. L’indagine ha mostrato anche piccoli cambiamenti in termini di durata del beneficio del congedo. Per le donne siamo a 14.4 mesi mentre per gli uomini 3.7 mesi. Numeri sostanzialmente immutati nel corso degli ultimi anni.

Requisiti generali per ricevere il congedo parentale e informazioni relative ai pagamenti e ammontare

Per usufruire del congedo è necessario il rispetto di determinate condizioni e requisiti. Innanzitutto bisogna essere sposati. Si deve essere tedeschi o cittadini UE, ma non importa da quanto tempo si risiede in Germania. La seconda condizione riguarda l’età, i figli non devono superare i 18 anni. Di più solamente nel caso in cui un figlio sia disoccupato e sia iscritto all’ ufficio dell’ lavoro (fino a 21), un figlio stia ancora studiando o periodo di formazione (fino a 25) ed infine in caso di un figlio affetto da disabilità e non autosufficiente (fino a 25).Il congedo viene pagato pagato mensilmente tramite bonifico bancario o più semplicemente in contanti. Le somme assegnabili sono 3: 219 euro per i primi due bambini, 225 per il terzo e 250 per il quarto o ulteriori bimbi. Il bonus si può ricevere iscrivendosi all’ufficio congedo parentale più vicino oppure scaricando e compilando il form in anticipo direttamente dal sito dell’ufficio.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Padre e figlio  Copyright:Flickr CC BY 2.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *