Germania, Saturn e Media Markt chiudono 13 filiali

Saturn e Media Markt vogliono tagliare fino a 1.000 posti di lavoro e chiudere 13 filiali in Germania entro l’autunno 2022

Dopo l’annuncio della scorsa estate, riguardo alla necessita di attuare un programma di risparmio e ristrutturazione di impresa, le catene tedesche Saturn e Media Markt, specializzate nella vendita di elettronica e elettrodomestici di consumo, hanno adesso comunicato la chiusura di 13 delle 419 filiali tedesche e il conseguente taglio di circa 1.000 posti di lavoro in tutta la Germania entro l’autunno 2022. Oltre che alla riduzione significativa dei costi di locazione e del personale, il piano di austerity dell’azienda è legato ad un inevitabile ridimensionamento del modello di business nel suo complesso. Un modello che, a seguito della prolungata chiusura delle filiali, si è spostato sempre di più verso il commercio online. Come infatti riportato da un comunicato stampa di Ceconomy , il gruppo che gestisce le catene Saturn e Media Markt, la quota dell’e-commerce sulle vendite totali è più che raddoppiata nell’attuale anno fiscale 2020/2021, risultando così un elemento fondamentale per la chiusura in positivo del primo trimestre.

La pandemia ha accelerato una tendenza già riconoscibile

Secondo quanto scritto in una lettera ai dipendenti, le misure prese rispecchiano l’esigenza di Saturn e Media Markt di restare al passo con i consumatori. Il prolungamento delle chiusure delle filiali ai sensi delle misure di igiene e sicurezza per l’arginamento della diffusione del Covid-19 ha accelerato processi di cambiamento già da tempo inevitabili , con una crescita della preferenza dei consumatori per il commercio online. Non è ancora chiaro quali saranno i punti di vendita effettivamente colpiti. A chiudere saranno quelle filiali che, dopo un’attenta analisi, si sono dimostrate non sostenibili a lungo termine dal punto di vista economico e dei profitti. L’obiettivo della catena di elettronica, condiviso al momento da molte altre aziende ed imprese indipendentemente dal settore di attività, è quello di concentrarsi sul crescente business online. In questa prospettiva saranno creati nuovi posti di lavoro in un processo di compensazione ai tagli al personale causati dalla chiusura delle 13 filiali.

Non solo in Germania, tagli previsti in tutta Europa

In quanto parte di un più ampio programma di ristrutturazione aziendale, i tagli al personale non riguarderanno solo la Germania. In tutta Europa potrebbero infatti venire meno fino a 4.000 posti di lavoro.
Anche in questo caso il piano di austerity, già noto dallo scorso agosto, prevede tagli al personale tramite la chiusura di filiali non redditizie. Inoltre varie società nazionali verranno accorpate in una nuova struttura organizzativa, volta a semplificare le strutture di gestione ed i processi decisionali.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Saturn e Media Markt © Pixabay 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *