In Germania 8500 persone sono state vaccinate per finta

Soluzione salina al posto di Pfizer-Biontech: nella Frisia Orientale una dipendente di un centro vaccinale potrebbe aver contraffatto 8.500 dosi

In un centro vaccinale della Frisia Orientale, migliaia di persone vaccinate tra il 5 marzo e il 21 aprile, potrebbero aver ricevuto della soluzione salina al posto del vaccino. A manipolare le dosi, sarebbe stata una delle dipendenti del centro, inizialmente sospettata di aver iniettato la soluzione soltanto a 6 persone. La donna, segnalata alle autorità ad aprile, aveva dichiarato di aver agito d’istinto per nascondere la distruzione di alcune fiale. Secondo gli ultimi accertamenti dell’Ufficio sanitario statale, tuttavia, al momento sarebbero circa 8.557 i pazienti che rischiano non aver ricevuto la protezione vaccinale. I cittadini colpiti sarebbero soprattutto anziani con più di 70 anni. Nei prossimi giorni, tutti i cittadini a rischio saranno contattati per ripetere la vaccinazione.

Test degli anticorpi per capire chi ha ricevuto le siringhe con la soluzione salina

Già ad aprile, chi non aveva ricevuto la somministrazione vaccinale in modo corretto era stato sottoposto al test degli anticorpi. In assenza di questi ultimi, era stata somministrata una nuova dose. Tuttavia, dalle indagini della polizia è emerso che il numero dei potenziali non vaccinati sarebbe di gran lunga superiore di quello ipotizzato la scorsa primavera. La dipendente sospettata avrebbe inoltre deciso di non esprimersi e di non collaborare con la polizia. Considerando la poca chiarezza della situazione, è importante che a tutti coloro che potrebbero essere colpiti vengano offerte delle vaccinazioni di recupero. Uno dei problemi principali è che, secondo gli esperti, potrebbe essere passato troppo tempo per verificare chi sia stato vaccinato con Pfizer-Biontech e chi invece no. Il test degli anticorpi, infatti, non sarebbe sufficientemente affidabile dopo così tanti mesi. Per questa ragione, tutti i cittadini colpiti sono stati contattati e hanno ricevuto un appuntamenti per una nuova vaccinazione.

Siringhe con la soluzione salina: potrebbe essere una scelta politica

Già lo scorso Aprile,  a seguito della scoperta della vicenda, la colpevole era stata licenziata. Con l’incremento del numero dei potenziali casi, la polizia ha deciso di  svolgere ulteriori indagini. Secondo diversi resoconti dei media, le autorità al momento non escludono un possibile movente politico nella sospettata. Difatti, è emerso che  l’infermiera avrebbe postato sui social frasi e riflessioni critiche nei confronti della vaccinazione. I legali della donna, tuttavia, continuano a ribadire che si è trattato di un unico caso isolato.

 

Leggi anche: Anche la Germania ha un serio problema con le manifestazioni di chi si oppone al vaccino

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Immagine di copertina: Iniezione Infermiera Ospedale Siringa di fernandozhiminaicela, da Pixabay, CC0.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *