Contanti, MabelAmber, Pixabay

I tedeschi continuano a preferire il cash ai pagamenti con carta

La maggior parte dei tedeschi continua a fare affidamento sui pagamenti in contanti. Anche durante la pandemia, quasi nessuno vuole pagare con smartphone o carta.

Le monete e i contanti continuano ad essere protagonisti alle casse di supermercati e negozi. Come riporta Spiegel, infatti, anche durante la pandemia i tedeschi non abbandonano il cash per i propri pagamenti. Per di più, quasi nessuno usufruisce di metodi pagamenti alternativi, tra cui smartphone o smartwatch. Nonostante si sia comunque registrato un aumento nell’uso di carte di credito durante l’emergenza coronavirus, in Germania la preferenza per il contante si mantiene in testa. Secondo un sondaggio elaborato da Klarna su 9mila consumatori, quasi una persona su due in Germania (49%) preferisce ancora pagare in contanti mentre solo il 38% vuole pagare con la carta durante gli acquisti.

Il confronto con gli altri paesi

Il sondaggio dimostra che i tedeschi sono molto indietro rispetto ai cittadini di altri paesi europei per quanto riguarda la digitalizzazione dei pagamenti. Se meno del 40% delle persone in Germania esprime la volontà di pagare con la carta, lo stesso dato in Europa è decisamente superiore: in Svezia è pari al 72%, in Finlandia al 70% e in Norvegia al 67%. La propensione al contante è quindi evidente in Germania: le donne in particolare preferiscono i pagamenti cash al supermercato (52%), mentre lo privilegia il 45% degli uomini. In Svezia, invece, solo il 9% usa contanti, in Finlandia il 15%. Solo in Austria il contante è popolare quasi quanto lo è in Germania, tra il 47% della popolazione. Anche il pagamento tramite smartphone è poco apprezzato tra i tedeschi: solo il 9% delle persone paga nei negozi con il cellulare. I metodi di pagamento innovativi, tuttavia, sono particolarmente apprezzati dai giovani tra i 26 ei 35 anni: il 16% degli appartenenti a questa fascia afferma di voler pagare con il proprio smartphone al supermercato.

Perché i tedeschi preferiscono i contanti

La preferenza dei tedeschi per i pagamenti in contanti deriva da diversi fattori. Per i cittadini della Germania pagare cash rende possibile prima di tutto un maggior controllo sulle proprie spese. Utilizzando questa modalità ci si rende conto più concretamente dell’ammontare delle finanze ancora a disposizione. Un altro motivo è l’importanza data dal popolo tedesco all’anonimato e alla privacy. La possibilità di spendere il proprio denaro senza essere tracciati è dunque alla base della popolarità di questo tipo di pagamento. Vi è poi una ragione di ordine storico. Dopo la prima guerra mondiale la Germania si ritrovò in una situazione finanziaria tragica: oberata dai debiti di guerra, si trovò ad affrontare anche una spirale di iperinflazione che causò la perdita di valore del denaro e l’aumento stratosferico dei prezzi. Un ulteriore shock economico si verificò dopo la seconda guerra mondiale: al tempo dell’occupazione alleata venne imposto uno rigido controllo sui prezzi e sui salari, che provocò la crescita del mercato nero. Il ricordo di queste due crisi economiche ha dunque segnato in modo profondo l’atteggiamento tedesco verso i debiti e le banche.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: foto di MabelAmber © Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *